categories porno escort finistere

Thank you, very nice article. What might you recommend in regards to your submit that you simply made a few days ago? You can definitely see your expertise in the work you write. The arena hopes for even more passionate writers such as you who aren at afraid to say how they believe.

Always follow your heart. Wow, awesome blog layout! How lengthy have you been blogging for? The full glance of your web site is magnificent, let alone the content! Whats Happening i am new to this, I stumbled upon this I ave discovered It positively useful and it has aided me out loads.

It as nearly impossible to find experienced people for this subject, however, you sound like you know what you are talking about! Very nice article and right to the point. I am not sure if this is really the best place to ask but do you guys have any ideea where to employ some professional writers? You made some decent points there. I looked on the internet for the issue and found most individuals will go along with with your site. This unique blog is without a doubt awesome and besides amusing.

I have chosen helluva interesting tips out of this amazing blog. I ad love to come back every once in a while. I truly appreciate this post. I have been looking everywhere for this! Thank goodness I found it on Bing. You have made my day! Yahoo results While browsing Yahoo I found this page in the results and I didn at think it fit.

This particular blog is no doubt educating and besides amusing. I have found a bunch of interesting things out of this blog. I ad love to go back again soon. Thankyou for this terrific post, I am glad I discovered this website on yahoo. Major thanks for the blog post. This is a great tip particularly to those fresh to the blogosphere. Short but very precise information Thanks for sharing this one.

A must read article! I wonder why the opposite experts of this sector do not realize this. You should continue your writing. I am confident, you ave a great readers a base already!

Many thanks for sharing this very good piece. This was a really wonderful article. Thank you for supplying this information. Very nice info and straight to the point. I don at know if this is actually the best place to ask but do you folks have any ideea where to employ some professional writers? Im obliged for the blog post.

How long have you been running a blog for? The full look of your website is fantastic, let alone the content material! Useful information for all Great remarkable issues here. I am very satisfied to look your article. Thanks a lot and i am taking a look ahead to touch you. Will you kindly drop me a e-mail? Its hard to find good help I am forever saying that its hard to procure quality help, but here is.

It as nearly impossible to find knowledgeable people on this subject, but you sound like you know what you are talking about! How long have you been blogging for? The overall look of your website is excellent, as well as the content! I always wanted to write in my blog something similar to that. Can My spouse and i implement a part of your submit to my own site? Louis Vuitton Outlet Well done!

Drinking water might have been more useful, but hey. Thanks a lot for the blog article. Loving the info on this website , you have done outstanding job on the blog posts.

I reckon something really interesting about your web blog so I saved to my bookmarks. I was suggested this website by my cousin. I am not sure whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my problem. This can be one particular of the most useful blogs We have ever arrive across on this subject. I am also a specialist in this topic so I can understand your hard work. Wanted to drop a remark and let you know your Feed isnt functioning today.

I tried including it to my Bing reader account and got nothing. Thanks a lot for the article post. That as in fact a good movie stated in this post about how to write a piece of writing, therefore i got clear idea from here. It is really a great and helpful piece of info. I am glad that you shared this helpful info with us. Please keep us informed like this.

I am glad that you shared this useful info with us. Some very valid points! I appreciate you writing this post and also the rest of the site is extremely good. Really enjoyed this article post. Usually I don at learn post on blogs, but I wish to say that this write-up very forced me to take a look at and do it!

Your writing taste has been surprised me. Thank you, very great post. Thank you for any other excellent post. Where else may just anyone get that type of information in such an ideal way of writing? I ave a presentation next week, and I am at the look for such info. This blog was how do I say it? Finally I have found something that helped me. You, my pal, ROCK! I found just the information I already searched everywhere and simply could not find it.

What an ideal site. It seems like you are generating problems oneself by trying to remedy this concern instead of looking at why their can be a difficulty in the first place. I wanted to thank you for this very good read!! I definitely enjoyed every bit of it. I ave got you saved as a favorite to check out new things you post.

Thank you ever so for you article. Wow, fantastic blog layout! The overall look of your web site is excellent, let alone the content! Spot on with this write-up, I really suppose this website needs much more consideration.

I truly appreciate this blog. Did you hire out a developer to create your theme? It as hard to come by well-informed people about this topic, but you seem like you know what you are talking about!

This blog looks exactly like my old one! It as on a totally different topic but it has pretty much the same layout and design. Great choice of colors! We are linking to this particularly great article on our site. Keep up the great writing. Well I definitely enjoyed studying it. This subject offered by you is very constructive for good planning. Viewing a program on ladyboys, these blokes are merely wanting the attention these ladys provide them with due to there revenue.

Lucky me I ran across your blog by accident stumbleupon. I have saved as a favorite for later! Merely wanna remark that you have a very nice internet site , I enjoy the style and design it actually stands out. In This Case Study This. There is perceptibly a bundle to identify about this.

I believe you made certain good points in features also. Well My spouse and i definitely enjoyed studying the idea. This idea procured simply by you is very constructive forever planning.

Well I really liked studying it. This post offered by you is very useful for proper planning. I am very satisfied to look your post. Thanks a lot and I am looking forward to touch you. Will you please drop me a mail? There is perceptibly a lot to know about this. I suppose you made certain good points in features also. Its hard to find good help I am regularly proclaiming that its difficult to procure good help, but here is. Many thanks for Many thanks for making the effort to line all this out for people like us.

This kind of article was quite helpful to me. This very blog is definitely cool additionally informative. I have picked a bunch of useful tips out of this source. I ad love to visit it over and over again. I all probably be back again to see more, thanks for the info! Thanks again for the blog post. This is one awesome article post. I think other web site proprietors should take this website as an model, very clean and great user genial style and design, as well as the content. You are an expert in this topic!

I appreciate you writing this article plus the rest of the website is also very good. Some extremely valid points! I appreciate you writing this article and also the rest of the site is very good. What may you suggest in regards to your submit that you just made some days ago?

On the outside its measures are an even dozen point-five inches in diameter on six point-five toaster oven reviews centimeters heavy. I looked on the internet for the issue and found most individuals will approve with your site. I relish, lead to I found just what I used to be having a look for. You have ended my four day long hunt! God Bless you man.

Have a nice day. This has been an extremely wonderful article. Know who is writing about bag and also the actual reason why you ought to be afraid. I think this is a real great article. There is apparently a bundle to identify about this. I suppose you made some good points in features also. Thanks, I ave recently been looking for information about this topic for ages and yours is the best I ave found so far.

You have mentioned very interesting points! The players a maneuvers came on the opening day. She also happens to be an unassailable lead. This was an incredibly wonderful post. Thanks for providing this info. Wow, wonderful blog layout! The overall look of your site is fantastic, let alone the content!. Thanks For Your article about sex. This blog is without a doubt educating and besides amusing. I have found a bunch of handy stuff out of this source.

I ad love to come back again soon. This site truly has all the information and facts I needed concerning this subject and didn at know who to ask.

I continuously wanted to write on my site something like that. Can I include a part of your post to my blog? Lucky me I ran across your site by chance stumbleupon.

I have book marked it for later! Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi tngxovwf http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi anrhzfoomnw nrhzfoomnw http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi sswhym http: La moglie Claude si ammala gravemente e lo trascina con sé in un pellegrinaggio a Lourdes.

Mentre lei è nelle piscine, Maurice è intirizzito e si ripara nella cripta posta sotto la grotta delle apparizioni. Vi stavano celebrando una Messa. Maurice non aveva mai prestato attenzione alla celebrazioni di una messa cattolica. Non ero neanche battezzato, ma mia moglie Claude era malata e decidemmo di andare a Lourdes.

Mentre lei era nelle piscine, il freddo mi costrinse a rifugiarmi nella Cripta, dove assistetti con interesse alla prima Messa della mia vita.

Quando il sacerdote, leggendo il Vangelo, disse: Istantaneamente, e sicuro di essere stato interpellato da Dio stesso, pensai che avevo solo me stesso da offrire.

Al termine della Messa, andai in sacrestia e chiesi immediatamente il Battesimo al sacerdote. Questi, stupefatto quando gli confessai la mia appartenenza massonica e le mie pratiche occultiste, mi disse di andare dall'Arcivescovo di Rennes.

Da allora Maurice Caillet ha lasciato la Massoneria ed ha compiuto un itinerario di conversione e purificazione.

A causa delle minacce vive ora sotto protezione in Spagna, ma la sua storia e testimonianza sta sollevando dalle paure tante vittime della Massoneria e sta generando altre conversioni. Il libro scritto da Caillet è la descrizione più chiara e dettagliata di come funziona la Massoneria che lui ha frequentato per 15 anni.

A questo proposito nel libro il dott. Caillet racconta che la Massoneria francese è stata determinante per l'introduzione dell'aborto libero in Francia nel I politici erano circondati da quelli che venivano chiamati i "Fratelli tre punti", e il disegno di legge sull'aborto venne elaborato rapidamente. I deputati e i senatori massoni di destra e di sinistra votarono all'unanimità.

Nella parte finale del libro, in molte conferenze e nel suo sito http: Per non aver più paura e per favorire le conversioni Caillet propone una preghiera che recita ogni giorno: Tu sai che molti massoni, persi in una filosofia ingannevole, cercano vane verità.

Liberali, Signore, dagli spiriti che li traggono in inganno. Tuo Figlio, Gesù il Cristo, la sua Vita, il suo insegnamento: Antonio Gaspari, Zenit, 14 giugno Mi permetto di essere di parere contrario. Ma quali sono gli artisti che accettano di entrare in tale prospettiva, e quale istituzione è in grado di proporre loro una formazione? La Chiesa cattolica deve imparare nuovamente a spender tempo e denaro per formare dei chierici nel solco degli stretti e complessi legami che per secoli sono esistiti fra essa la sua liturgia, la sua catechesi, la sua missione e le arti.

Essa decisamente non capisce più. Anche con la miglior buona volontà, anche quando si sente in dovere di aggiornarsi per avere qualche occasione di capire, non riesce proprio a seguire. Subentra una pesante stanchezza, molto smobilitante: Sono più numerosi di quanto si pensi. Dove si fa memoria di quanto essi hanno creato dal ? Quali sono i luoghi che osano dedicar loro le proprie strutture? François Boespflug, Avvenire, 3 giugno Cacciari, Dio e il mistero del tre.

Scrivere un libro a quattro mani con Massimo Cacciari, e su un oggetto come il primo comandamento: A cose fatte, dopo aver letto il saggio scritto dal noto filosofo per questa occasione, mi è spontaneo annotare qualche riflessione e proporre qualche quesito. La prima cosa che mi pare doveroso sottolineare è che ci troviamo tra le mani un saggio significativo e impegnativo.

Non mi soffermo su questa serrata scorribanda teoretica. Si tratta della straordinaria invenzione nel senso classico del concetto: Tour de force impossibile, grida la "ragione". Fin qui la consonanza. A questo riguardo capisco certo la formidabile e inaggirabile istanza cui Cacciari vuol rispondere: Ma qual è la caratterizzazione pertinente? È qui, mi pare, che va posta la questione decisiva: La mia risposta è: In consonanza con questa discriminante precisazione, vengo a un ultimo spunto che mi pare del massimo rilievo per la prosecuzione del dialogo.

Esso concerne la nozione di Revelatum a partire dalla quale Cacciari muove nella sua ricerca. Prendiamo il detto del Paraclito che troviamo nel Vangelo di Giovanni, nei discorsi della cena: Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà.

Forse, Cacciari mi ribatterebbe citando 1Cor 2,10ss: È possibile dunque intelligere questo Revelatum senza che esso non stia più semplicemente "di fronte" al pensare, ma entri "nel" pensare stesso? Piero Coda, Avvenire, 21 Maggio I cattolici e il ' Padre Ernesto Balducci ricorda quegli anni: Ad esempio, Paolo VI sembrava orientato ad una radicale riforma della curia. Questa nuova prospettiva ecclesiale permette la nascita di alcune associazioni cattoliche ed il riposizionamento di altre.

Don Monterubbianesi applica con i disabili la metodologia che don Lorenzo Milani applica a Barbiana: Con lo stesso spirito di ascoltare e mettere in pratica il Vangelo, a Roma, un giovane ventenne - Andrea Riccardi - sente la necessità di riscoprire la Chiesa dei primi Apostoli: Dall'incontro con le Scritture, messe al centro della vita, è nata una proposta personale e comune nuova per quei giovani del '68 alla ricerca di una vita più autentica: Nelle riunioni animate da Dolci, ciascuno si interroga, impara a confrontarsi con gli altri, ad ascoltare e decidere.

Ma la terra più feconda alla sperimentazione di una nuova vita cristiana è la Toscana. Non esistono voti e non ci sono né promozioni né bocciature. I programmi sono sviluppati secondo le linee pedagogiche di Nomadelfia. La frequenza scolastica è obbligatoria fino a 18 anni. Il contributo delle Associazioni. A Firenze nel è costituita l'Associazione C. Don Milani, per pochi ragazzi, semianalfabeti, figli di pecorai e contadini oppure orfani, apre una scuola che inizia alle 8 del mattino e termina alla sera.

Una scuola che non conosce vacanze e che rifiuta le metodologie e le tecniche d'insegnamento nozionistico: Se invece è l'aiuto e l'invito rispettoso a riferire il proprio impegno e la propria azione alle grandi matrici della ispirazione cristiana, a realizzare l'unità tra fede, vita e azione e ad assumere con coerenza le proprie responsabilità, allora si tratta di quel compito di formazione delle coscienze che ci è proprio". E, infatti, è un desiderio di autenticità che ci muove nelle parrocchie o nelle diocesi!

Simone Baroncia, Dimensioni Nuove, set La ricorrenza della solennità del Corpus Domini sollecita una breve riflessione sulla necessità di una corretta presentazione di quello che è il culmine della divina economia della grazia: Ma la vita non esiste come totalità.

Non è la vita che vive, sono i singoli enti le singole sostanze che sussistono e che vivono. E quindi, pur con le necessarie cautele di un linguaggio analogico, anche la categoria di sostanza si applica bene alla teologia e alla predicazione. Dio non è la totalità della natura.

Ora, questa presenza è veramente e radicalmente reale perché sostanziale. Il ricorso alla nozione di transustanziazione è quindi imprescindibile: Il linguaggio ontologico non contraddice quello economico-salvifico: Una sospetta forma di reverenza, unita a un malinteso personalismo filosofico, sembrerebbe voler evitare il rischio di una quasi-cosificazione del Mistero: Rimane, è vero, lo stupefacente nascondimento del Signore sotto le specie del pane e del vino.

Francesco Arzillo, Settimo cielo, 7 giugno John Henry Newman e il sorriso buono di san Filippo. All'incontro parteciperà anche il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana. Anticipiamo stralci della relazione del procuratore generale della Confederazione dell'Oratorio e, in basso, dell'intervento del direttore dell'Ufficio per la cultura dell'arcidiocesi di Genova. E lo fu fino alla fine dei suoi giorni, anche rivestito della porpora romana di cui Leone XIII, sfidando il giudizio di altri, lo volle onorare.

Giunto a Roma per il Concistoro del , in cui sarebbe stato creato cardinale, Newman scriveva al suo vescovo: Non sfuggiva a Leone XIII l'importanza della presenza oratoriana iniziata da Newman in Inghilterra, quando vi fece ritorno, dopo l'ordinazione sacerdotale, portando con sé il Breve Magna nobis semper del , con cui il beato Pio IX istituiva l'Oratorio nel Regno Unito e dava a Newman facoltà di propagarlo in quella Nazione; come non gli sfuggiva la triste situazione dell'Oratorio filippino, falcidiato in Italia dalle vicende storiche e politiche del XIX secolo.

Giunto a Roma nell'ottobre con alcuni compagni per frequentare i corsi ecclesiastici in vista dell'ordinazione, questo intenso cammino di ricerca e di riflessione conobbe una illuminazione particolare: Dal 17 al 25 di quello stesso mese Newman e il fedele amico Ambrose St.

John chiesero luce sulla loro vocazione davanti al sepolcro di san Pietro e si dedicarono a studiare le costituzioni e la storia dell'Oratorio. All'inizio di febbraio la decisione era presa: La figura di san Filippo Neri, di cui già nel periodo anglicano Newman aveva qualche conoscenza, si fece a lui più familiare: Il 14 febbraio, anche a nome dei compagni, Newman presentava al cardinale Giacomo Filippo Fransoni, prefetto di Propaganda Fide, il progetto del futuro Oratorio inglese: E il 21 febbraio, come amabile dono di compleanno per Newman, giungeva l'approvazione di Pio IX al progetto.

Filippo Neri vi è colto da Newman nella sua originalità di vir prisci temporis, uomo del tempo antico nel quale rivive la "forma primitiva del cristianesimo", caratterizzata dalla semplicità e dalla spontaneità, espressioni privilegiate della carità cristiana che è "vincolo di perfezione" Colossesi, 3, Rimarcando la "influenza decisiva" di san Filippo Neri sulla spiritualità di Newman, Jean Honoré arriva a parlare di una "terza conversione" dopo la prima del quindicenne John Henry e la seconda, costituita dall'ingresso nella Chiesa cattolica.

Essa si situa particolarmente negli anni oscuri della sua vita di cattolico, quando, al contrario di quanto gli accadeva da anglicano, la sua preghiera era "serena", ma la sua vita "triste".

Newman, che nei suoi scritti autobiografici confessava di amare, già nel periodo anglicano, di essere ignorato, come padre Filippo consigliava ai suoi discepoli ama nesciri , ora chiedeva a Filippo che gli insegnasse a spernere se sperni, a disprezzar d'essere disprezzato. Il secolo diciannovesimo aveva bisogno di una sintesi nuova tra "devozione" e "ragione" che solo una intelligenza poderosa e una spiritualità profonda come quelle di Newman potevano conseguire.

L'Oratorio di san Filippo Neri - scrisse l'oratoriano di Francia Louis Bouyer - "nasce dall'incontro, in san Filippo, tra un'anima eccezionalmente interiore e una mente eccezionalmente aperta": Il prete e le sfide pastorali.

Dobbiamo ringraziare molto Dio per le tante iniziative in favore del bene spirituale dei presbiteri e del loro ministero che sono state realizzate dappertutto in quest'anno, che adesso si sta per concludere. Tuttavia, conclusione non significa termine ma nuovo inizio, con nuovo ardore e con nuove energie spirituali per i sacerdoti e per la Chiesa nel suo insieme".

Rino Fisichella presidente della Pontificia Accademia per la Vita, del cui testo, sul tema "Sfide pastorali odierne nella vita di un sacerdote", presentiamo di seguito ampi stralci. Quando si parla di sfide pastorali, normalmente, si pensa ad affrontare quanto il mondo pone dinanzi a noi come una provocazione. Questo è vero solo in parte. Le prime sfide che siamo chiamati a comprendere e a cui è necessario dare una risposta provengono direttamente all'interno della Chiesa e del nostro essere sacerdoti.

Solo nella misura in cui saremo capaci di accettare e fare nostre queste sfide, solo allora saremo anche in grado di vedere come reali le sfide che il mondo pone e che la cultura di oggi rende sempre più manifeste come espressioni di grandi cambiamenti che richiedono il nostro apporto. La prima sfida, quindi, è nell'ordine della verifica del nostro essere sacerdoti nel mondo di oggi per comprendere a pieno la portata della vocazione di cui siamo stati fatti oggetto.

Il sacerdozio, infatti, non è una conquista umana o un diritto individuale, come molti oggi pensano, ma dono che Dio compie a quanti ha deciso di chiamare per restare con lui nel servizio alla sua Chiesa.

Perdere di vista questa dimensione vocazionale equivarrebbe a equivocare tutto e fare del sacerdote un impiegato e non un uomo che svolge un ministero nel segno della piena gratuità. Accogliere questa considerazione permette di mettere in relazione il sacerdote, in primo luogo, con la realtà che lo pone in essere: La vera sfida consiste proprio nel comprendere noi stessi in relazione al mistero che celebriamo e che fa di ognuno di noi un sacerdote di Cristo.

L'eucaristia permane come un dono inestinguibile che è stato fatto alla Chiesa e a ognuno di noi singolarmente; per questo è dovuto il rispetto e la devozione, senza mai pretendere che possiamo gestire il mistero di cui siamo servi come fossimo dei padroni. Tutto il nostro ministero deve essere caratterizzato dal mettere in primo piano non noi stessi e le nostre opinioni, ma Gesù Cristo.

Se nell'azione liturgica - che è l'elemento peculiare del nostro ministero - noi diventassimo i protagonisti, contraddiremmo la nostra stessa identità sacerdotale e renderemmo vano il nostro ministero.

Vivere del mistero eucaristico porta ad accogliere un'altra sfida, soprattutto se confrontata con il profondo individualismo del mondo contemporaneo, quella della communio che siamo chiamati a vivere tra noi.

Formare l'unum presbyterium intorno al vescovo, per vivere di un amore vero e reale che sull'esempio del Maestro si realizza in una donazione piena e totale di sé a tutti, senza nulla chiedere in cambio. Lasciare tutto per vivere insieme al Maestro in un amore celibe che sa riconoscere quanti sono nel bisogno e nella solitudine per andare a tutti incontro. Ma questa comunione che siamo chiamati a vivere ci riporta di nuovo al tema precedente; è, in prima istanza, comunione con il "Corpo di Cristo".

La "vita", per usare il termine pregnante dell'evangelista Giovanni 1 Giovanni, 1, 2 , si è fatta visibile e ora è posta nelle nostre mani nel segno del pane eucaristico; noi sacerdoti diveniamo per questo capaci di atti che superano la nostra stessa esistenza personale, perché agiamo in persona Christi.

In altre parole, deve essere forte in noi la convinzione di esserci "rivestiti di Cristo", e per questo capaci di uno stile di vita nuovo che rende evidente a tutti che viviamo per un Altro e lo vogliamo rendere visibile in noi. A partire da qui emergono altre sfide, questa volta a livello culturale, che richiedono una preparazione corrispondente per non apparire come incapaci nel saper dare una risposta agli uomini del nostro tempo.

L'evangelista accenna al fatto che stavano discutendo di quanto era accaduto in quei giorni durante i quali la loro speranza nel compimento della promessa antica sembrava svanita. I loro occhi, tuttavia, erano incapaci di riconoscere il Risorto e la domanda che questi pone loro su quanto stessero discutendo provoca nei discepoli la reazione conosciuta: La stessa domanda si potrebbe fare a tanti sacerdoti per chiedere loro se realmente sono consapevoli di quanto sta accadendo in questo frangente della storia nella quale siamo chiamati a svolgere il ministero in nome della Chiesa.

Figli del nostro tempo, condividiamo le stesse aspirazioni e spesso le medesime forme di indifferenza. È necessario, per questo, avere una conoscenza profonda del proprio tempo e dei movimenti culturali che ne determinano gli stili di vita. Una cosa è costantemente verificabile nei duemila anni del cristianesimo: Una lettura dei testi degli apologeti, dei Padri della Chiesa e dei vari maestri e santi che si sono succeduti nel corso di questi duemila anni mostrerebbe con estrema facilità l'attenzione al mondo circostante e il desiderio di inserirsi in esso per comprenderlo e orientarlo alla verità del Vangelo.

Alla base di questa attenzione vi era la convinzione che nessuna forma d'evangelizzazione sarebbe stata efficace se la Parola di Dio non fosse entrata nella vita delle persone, nel loro modo di pensare e d'agire per chiamarle alla conversione.

Ritengo che una prima considerazione verta sul tema del profondo "cambiamento culturale" che stiamo vivendo. A livello d'analisi dei movimenti culturali sappiamo cosa stiamo lasciando alle nostre spalle, ma non sappiamo ancora con chiarezza verso dove stiamo andando.

Se il passato si lascia descrivere con qualche sicurezza, anche se non senza difficoltà, il futuro, invece, rimane ancora avvolto nell'oscurità dell'ipotetico. Si conclude l'epoca della modernità che fino a oggi, nonostante tutto, non riusciamo ancora a definire con contorni chiari e stiamo andando verso la postmodernità, che già dal suo nascere porta con sé l'ambiguità del concetto proprio per avere assunto un termine che manca ancora di chiarezza.

Si dovrebbe riflettere, infatti, sul cambiamento progressivo - che sembra possedere, purtroppo, i tratti dell'inarrestabilità - di alcuni concetti quali: Perso il suo antico referente con l'intangibilità della natura, diventata ormai un laboratorio aperto a ogni forma di sperimentazione, l'uomo contemporaneo ha cambiato il suo modo di porsi dinanzi a essa, modificandone il concetto stesso. La natura viene sempre più interpretata come pura materia manipolabile, soggetta alla sola determinazione e volontà del ricercatore; essa non suscita più timore ma curiosità.

La stessa cosa è per gli altri concetti a cui si è fatto riferimento. Se l'uomo stesso è soggetto alla manipolazione genetica e la sperimentazione sulla cellula umana continuerà con l'attuale rincorsa non solo nella giusta ricerca di evitare e poter debellare diverse patologie, ma in una clonazione o selezione eugenetica che già si applica sull'embrione, quale definizione dell'uomo daremo nei prossimi decenni?

Il moltiplicarsi delle richieste di nuovi diritti individuali che si vogliono imporre alla società, anche contro la stessa legge naturale, a cosa condurrà nella comprensione del diritto e per conseguenza, della famiglia, della sessualità e della società? Non è escluso da questo processo neppure il concetto per noi intangibile di Dio. In un contesto come quello attuale spesso segnato da un confuso confronto con le religioni a cui, a volte, è sotteso un inevitabile sincretismo, a quale idea di "dio" si farà riferimento nel prossimo futuro?

Un'ulteriore sfida che ritengo debba essere presa in considerazione riguarda il grande tema della verità. Un ministro della Chiesa dovrebbe sempre avere sotto gli occhi l'espressione Romano Guardini: Dunque, che esprima anche con la parola quanto egli reca nel suo intimo.

La quaestio de veritate non è un trattato di altri tempi né un reperto archeologico da lasciare nei magazzini per la rincorsa a un politically correct che impone di evitare ogni chiarezza - sia essa di carattere teologico o dottrinale - e per appiattire il tutto nella superficialità dei luoghi comuni o dei sentimenti maggiormente diffusi.

La verità permane certamente come una quaestio che chiede d'essere sottoposta al vaglio della ragione per portare ancora una ricchezza di sapienza all'interno del vivere personale e sociale. Di fatto facciamo esperienza di un tempo di povertà, di disagio, di mancanza di fiducia nella possibilità di accedere alla verità e, a farne le spese è in primo luogo la religione. Sempre meno troviamo forme tese a mostrare la fede come la risposta definitiva alla domanda di senso, mentre si moltiplicano le forme per evidenziare la non assurdità della fede; di rado vediamo presentare la fede come una radicale novità di vita che richiede la conversione, mentre ci si adagia sul fatto di un cristianesimo anonimo che tutti contiene senza nessuno disturbare; insomma, si preferisce sottacere le differenze, lasciare in ombra i conflitti, smussare gli spigoli.

In breve, si ha paura di misurarsi fino in fondo con il problema della verità. La paura per la verità pervade spesso i nostri ragionamenti, obbligandoci a una sorta di strabismo: La verità si inserisce per sua stessa natura all'interno di uno spazio di umanizzazione che crea progresso e permette lo svolgimento coerente dell'esistenza personale. Se anche il sacerdote, malauguratamente, perdesse la passione per la verità, allora la sua azione pastorale come la sua predicazione sarebbero condannate all'insignificanza.

Fino a farla splendere di una bruna bellezza: Nigra sum, sed formosa scandisce il Cantico dei cantici. Il fumo delle candele e delle lampade votive, certo: Il tempo e la devozione hanno scurito le Madonne: Ulteriori segnalazioni, giunte nei giorni dei lavori a Oropa e Crea, hanno portato il numero a si veda la mappa a fianco. Il convegno internazionale ha permesso di sondare la diffusione del culto delle Madonne Nere europee anche nelle Americhe — si pensi alle Vergini di Czestochowa o di Guadalupe — e il rapporto fra devozione mariana ed emancipazione femminile.

Molteplici i significati assegnati al colore nero nel corso dei secoli. Che la Madre di Dio fosse raffigurata come nera metteva in risalto la libertà e la forza della grazia divina. Maria, sotto la croce, viene chiamata dal Figlio agonizzante a essere Madre della Chiesa, di tutti i credenti. Lorenzo Rosoli, Avvenire, 26 Maggio Santiago, via senza tempo. Fin dal I secolo d.

A queste due fondamentali mete, che subirono nel tempo vari momenti di eclisse in rapporto con le vicende politiche e socioeconomiche degli insicuri secoli V-VIII ma che non vennero mai abbandonate del tutto, le culture romano-barbariche aggiunsero nuovi santuari e nuovi culti. Si tratta del "Liber sancti Iacobi", o "Liber Compostellanus": Di essa ci restano numerosi manoscritti, fra cui il più antico e noto è senza dubbio il "Codex calixtinus", conservato nella cattedrale compostelana.

In realtà, il codice — impreziosito da numerose miniature di scuola anglonormanna — è il risultato di un lungo lavoro di ricerca e di raccolta e sembra essere il risultato della collaborazione tra vari autori-compilatori.

Il "Codex calistinus" è distinto in cinque libri di argomento e di estensione differente: Il "Codex calixtinus" è celebre, molto studiato e citato. Ne esiste anche una versione integrale in lingua italiana, che con il titolo di "Codice callistino" è uscita a cura del Centro Italiano di Studi Compostellani diretto dal professor Paolo Caucci von Saucken. Tornato in Palestina, sarebbe stato fatto decapitare — primo tra gli apostoli — dal re di Giudea Erode V Agrippa tra il 42 e il 44 d. Da Santiago prese il suo nome anche un celebre Ordine religioso-militare iberico.

Franco Cardini, Avvenire, 30 Maggio Si è svolta a Venezia la riunione della rivista internazionale di teologia e cultura "Communio" fondata 38 anni fa da Hans Urs von Balthasar, Henri de Lubac e Joseph Ratzinger.

L'evento ospitato dal cardinale patriaca di Venezia Angelo Scola si è aperto con un seminario sull'ecclesiologia della comunione. Pubblichiamo stralci di uno degli interventi e un breve resoconto della riunione. È diventato comune nell'ecclesiologia adottare la formula "ecclesiologia di comunione" come espressione riassuntiva della visione della Chiesa proposta dall'ultimo concilio. Effettivamente la categoria di "comunione" è centrale nel Vaticano II e sintetizza bene il nucleo della sua visione ecclesiologica.

Disponiamo oggi di due grandi ermeneutiche del Vaticano II, talvolta indicate con l'uso di binomi dialettici, come: Benedetto XVI ha illustrato con chiarezza le due ermeneutiche - da lui definite "della discontinuità e della rottura" e "della riforma, del rinnovamento e della continuità" - nell'importante discorso alla Curia romana del 22 dicembre , dove ha preso nettamente posizione in favore della seconda.

La prima ermeneutica "rischia di finire in una rottura tra Chiesa preconciliare e Chiesa postconciliare. Essa asserisce che i testi del concilio come tali non sarebbero ancora la vera espressione dello spirito del concilio. Sarebbero il risultato di compromessi nei quali, per raggiungere l'unanimità, si è dovuto ancora trascinarsi dietro e riconfermare molte cose vecchie ormai inutili. L'altra ermeneutica non nega affatto che nei grandi temi trattati dal concilio "poteva emergere una qualche forma di discontinuità e che, in un certo senso, si era manifestata di fatto una discontinuità, nella quale tuttavia, fatte le diverse distinzioni tra le concrete situazioni storiche e le loro esigenze, risultava non abbandonata la continuità nei principi.

E proprio in questo insieme di continuità e discontinuità a livelli diversi che consiste la natura della vera riforma".

L'ecclesiologia di comunione, dunque, ha soppiantato o integrato quella societaria? L'ha senza dubbio integrata. Per il Vaticano II continua a essere vero che la Chiesa è società, ma questo aspetto viene visto sotto la prospettiva della "comunione" e da essa completato e integrato. Una quindicina sono le ricorrenze significative del linguaggio societario nei testi del Vaticano II.

Tutti questi aspetti della comunione, se si vuole interpretare fedelmente il Vaticano II, vanno letti assieme: La cosiddetta ecclesiologia societaria era già stata ridimensionata e integrata dalla Mystici corporis nella concezione teologicamente più ricca del "corpo mistico di Cristo", dove ritornava a essere posta in primo piano la presenza attuale e vivificante del Signore nella Chiesa.

La Chiesa, per l'ultimo concilio, non è solo una società e neppure semplicemente il corpo mistico di Cristo, ma è frutto dell'opera trinitaria dalla creazione all'èschaton; la Chiesa è, come afferma la Lumen gentium citando san Cipriano, "un popolo adunato dall'unità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo" 4.

Lumen gentium, 8 , trascendente e storico: La sacramentalità della Chiesa, poi è continuamente alimentata e nutrita dall'Eucaristia, che la Lumen gentium al capitolo 11 considera come sacramento che "fa" la Chiesa e non solo come sacramento "celebrato" dalla Chiesa.

La comunione ecclesiale, lungi dal ridursi ad armonia plico-affettiva, è il radicamento dei battezzati nell'opera trinitaria di raduno della Chiesa: È prima di tutto l'adesione all'unica fede nella proclamazione della parola di Dio a rappresentare la radice della comunione ecclesiale cfr.

Sono i sacramenti, poi, e in special modo l'Eucaristia a rinnovare, nutrire e ricostituire la comunione nella Chiesa cfr. Sacrosanctum concilium e Lumen gentium, L'assorbimento della categoria di "comunione" nel semplice "andare d'accordo" - molto utile, intendiamoci - ha ridotto la ricchezza teologica dell'ecclesiologia comunionale e ha favorito una prassi cristiana a volte troppo "intimista", rischiando di mettere in sordina l'altra grande dimensione della Chiesa conciliare: Non v'è dubbio che il Vaticano II abbia impostato un'ecclesiologia missionaria, superando decisamente due grandi riduzioni ereditate nel corso degli ultimi secoli.

Una prima riduzione riguardava l'assorbimento della missione nelle "missioni", per cui solo chi partiva verso Paesi lontani veniva chiamato "missionario"; una seconda, consisteva nella convinzione che la missionarietà costituisse solo un momento episodico e passeggero della Chiesa che avrebbe avuto termine una volta cristianizzato tutto il mondo.

Il Vaticano II supera entrambe le riduzioni, evidenziando la natura missionaria della Chiesa, fondata sulle stesse missioni trinitarie. È stato proprio l'ultimo concilio a mettere in evidenza come la missione non sia semplicemente una delle attività della Chiesa, ma appartenga alla sua stessa natura. Se, anzi, dovessimo indicare quale delle due costituisca effettivamente la "novità" del concilio, dovremmo scegliere la missione: Non che le due dimensioni contrastino: La comunione, quindi, più che il "centro" dell'ecclesiologia è uno dei due fuochi dell'ellisse, poiché condivide con la missione la qualifica di asse portante della Chiesa.

Gesù, gli uomini e l'Eucaristia: Nell'imminenza della sua morte Gesù rende i suoi apostoli partecipi del suo corpo dato e del suo sangue sparso. Ma quel gesto di Cristo dovrà essere rinnovato come suo memoriale: Fate questo in memoria di me". Allo stesso modo, prese anche il calice, dopo aver cenato, dicendo: E, infatti, da subito i cristiani celebrarono quella cena, nella consapevolezza che essa era per loro irrinunciabile.

Ma qual è la ragione di questa annessione dell'Eucaristia alla Chiesa? Tale ragione appare pienamente alla luce del disegno divino, che include l'eterna predestinazione del Figlio di Dio crocifisso e glorificato.

Il sacrificio di Cristo non è un episodio fortuito e inatteso, o ultimamente derivante dalla volontà dell'uomo. A rimproverare la stoltezza dei discepoli di Emmaus e la lentezza del loro cuore a credere alle profezie è lo stesso Gesù: Quanto a Pietro, negli Atti degli Apostoli afferma che Gesù di Nazaret è stato consegnato agli uomini d'Israele "secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio", che "lo ha risuscitato" cfr.

Nell'eterno piano divino è, dunque, contenuto il Figlio di Dio predestinato redentore. In verità, noi non sappiamo la ragione di questo progetto che comporta l'umanità crocifissa e gloriosa di Gesù: Si dirà che la scelta divina deriva dal peccato dell'uomo e si sa che i teologi si sono chiesti che cosa avrebbe fatto Dio se l'uomo non avesse peccato. Possiamo invece riconoscere - evitando di addentrarci nelle sterili vie delle ipotesi - tre cose. E la terza cosa: Secondo la prima lettera di Pietro noi siamo stati liberati dal "sangue prezioso di Cristo, agnello senza difetti e senza macchia", che "fu predestinato già prima della creazione del mondo" 1 Pietro, 1, Questo amore misericordioso è la ragione assoluta e il "principio" del disegno creativo: Dio crea per rivelarsi come grazia.

E la "grazia" originaria è l'umanità risorta e glorificata del Figlio. Detto in altre parole: Ecco perché Gesù appare segnato dalla predestinazione alla passione.

Egli viene tra noi per essere "vittima di espiazione per i nostri peccati" 1 Giovanni, 2, 2. La sua umanità porta iscritta la morte redentiva quale condizione ed espressione della sua riuscita. Questa morte non equivale alla sua disfatta né suggella il fallimento del piano di Dio, ma, paradossalmente, ne costituisce e ne proclama il successo e l'esaltazione. L'"innalzamento" di Gesù avvera la sua gloria e lo pone nel cuore dell'umanità e di tutto l'universo cfr.

Né l'eccellenza di Cristo venne meno per il fatto che lo abbia destinato alla morte per la salvezza del genere umano. Che anzi, per questo egli è diventato un vincitore glorioso" Summa Theologiae, i, 20, 4, 1m. Ora, nel cenacolo Gesù istituisce l'Eucaristia perché in essa incessantemente possiamo ritrovare l'umanità crocifissa e gloriosa del Signore. L'umanità crocifissa e gloriosa di Gesù è l'archetipo esclusivo e imprescindibile di qualsiasi umanità.

Tutto è stato creato "per mezzo" del Risorto da morte, "in lui" e "in vista di lui" cfr. Da qui l'impronta del Crocifisso glorificato particolarmente nell'uomo. Il Risorto da morte è stato scelto, "prima della creazione del mondo" Efesini, 1, 4 , quale "Primogenito tra molti fratelli" Romani, 8, A partire dal Signore paziente trova inizio e significato la passione di ogni uomo, come comunione alla sua croce.

A partire da lui risorto traspare l'esito e il traguardo di ogni morte. Nessun uomo è ideato da Dio ed è chiamato a vivere, se non perché, bevendo al calice del Figlio, rifulga eternamente di uno splendore simile al suo.

Paolo interpreta il battesimo come un essere "intimamente uniti a lui a somiglianza della sua morte", in vista della "somiglianza della sua risurrezione" cfr. Il cristiano, in solidarietà con Cristo, è ordinato a condurre un genere di vita che è di con-morte e di con-risurrezione con lui, in cui si rifletta la stessa sorte del Signore, col quale "ci ha risuscitato e ci ha fatto sedere nei cieli" Efesini, 2, 6.

In ogni sofferenza, anche di là dalla coscienza che se ne possa avere, si rinnova e si riproduce oggettivamente il Calvario di Gesù, proteso verso il compimento pasquale: E ora siamo in grado di comprendere in pienezza la ragione dell'Eucaristia.

Essa appare istituita e trasmessa alla Chiesa non soltanto come immagine sacramentale e presenza reale della passione e della morte, cioè della "sorte", di Gesù, ma anche come l'icona della sorte di tutti gli uomini concepiti a similitudine di lui, che estende a essi la sua predestinazione.

La Chiesa celebra la Cena del Signore non solo per tenere "fisso lo sguardo su Gesù, che si sottopose alla croce e siede alla destra del trono di Dio" cfr. Ebrei, 12, 2 , ma per percorrere il suo cammino, trasformando la contemplazione in imitazione.

La ragione è all'oscuro di tutto questo e infatti rimane allibita e sconcertata di fronte alla passione che segna fatalmente la vita dell'uomo: Tutti gli uomini, fin dall'eternità, sono stati voluti in questa grazia e nessuno è mai caduto dalla "memoria" di Dio, che è Gesù Cristo. Certo, lui solo conosce per quali vie ogni uomo incontri il Figlio redentore.

I cristiani, ancora in età apostolica, in seguito alla persecuzione seguita al martirio di Stefano, si rifugiarono nell'isola di Cipro, dove era una fiorente comunità giudaica Flavio Giuseppe, Antiquitates Judaicae, 16, Da Cipro proveniva Giuseppe, soprannominato dagli apostoli Barnaba, che significa "figlio dell'esortazione", un levita giudeo ed ellenista, appartenente alla famiglia della tribù di Levi, il quale appare, per la prima volta, nello scenario movimentato descritto dagli Atti degli Apostoli 4, 36 , in quanto padrone di un campo, che vendette per donare il ricavato agli apostoli.

Nel primo viaggio missionario, che deve essersi svolto tra il 44 e il 49, Barnaba, in compagnia di Paolo e di Marco, evangelizza proprio l'isola di Cipro, percorrendola da Salamina a Paphos, dove risiedeva il proconsole Sergio Paolo, alla cui presenza si svolse una disputa, narrata dettagliatamente dagli Atti degli Apostoli: Attraversata tutta l'isola fino a Paphos, vi trovarono un tale mago e falso profeta giudeo di nome Bar-Jesus, al seguito del proconsole Sergio Paolo, persona assai saggia, che aveva fatto chiamare a sé Barnaba e Saulo e desiderava ascoltare la parola di Dio.

Ecco, la mano del Signore è sopra di te: Di colpo piombarono su di lui oscurità e tenebre e, brancolando, cercava chi lo guidasse per mano. Quando vide l'accaduto il proconsole credette" Atti, 13, In occasione del secondo viaggio paolino, che si svolse tra il 49 e il 52, Barnaba espresse il desiderio di farsi accompagnare da Giovanni Marco, contro il parere di Paolo.

Il distacco deve forse essere legato al cosiddetto "incidente di Antiochia" Galati, 2, , da riferire al delicato problema dell'osservanza della circoncisione. Dopo queste rapide notizie relative all'età apostolica, le certezze storiche diventano più rare, anche se pare probabile che, al tempo di Diocleziano, alcuni cristiani palestinesi furono esiliati a Cipro, mentre è sicuro che i vescovi Cirillo di Paphos, Gelasio di Salamina e Spiridione di Tremithos parteciparono al primo concilio di Nicea del Anche se, quasi vent'anni dopo, al concilio di Sardica, il numero dei vescovi ciprioti sale a dodici, il paganesimo è ancora molto vivace nell'isola, come dimostrano i rinvenimenti archeologici effettuati a Paphos, relativi ad abitazioni riferibili al pieno quarto secolo, con decorazioni pavimentali musive , che accolgono i miti di Dioniso, Apollo, Marsia, Teti e Peleo.

Il presunto passaggio per Cipro di Elena, che tornava dalla Terra Santa, sembra aver innescato un processo di cristianizzazione dell'isola, che, secondo gli studiosi, dovette manifestarsi con la costruzione di un discreto numero di chiese, che si incrementerà per la presenza del vescovo Epifanio di Salamina, che, nel , fu sepolto in una basilica ancora incompiuta, con il permesso dell'imperatore Arcadio. La basilica era organizzata in sette navate, munita di atrio ed era lunga oltre sessanta metri; l'arredo, che comportava colonne e capitelli finemente lavorati, fu eseguito in loco da maestranze autoctone e in pietra locale.

Ma la basilica più importante, forse concepita ancora nel quarto secolo, ma definita nel corso del quinto, è quella di Santa Ciriaca Chrysopolitissa a Paphos, che dovette rivestire il ruolo di cattedrale. Anche questo monumentale edificio di culto - dove si fermerà in preghiera il Papa - si sviluppava in sette navate, anche se oggi è stata molto ridimensionata.

Gli archeologi e i visitatori possono ancora ammirare i molti materiali dell'arredo liturgico del sontuoso edificio di culto e, segnatamente, le colonne in granito, i capitelli corinzi in marmo, la pavimentazione musiva, che presenta motivi geometrici e zoomorfi, tra i quali emerge il tema battesimale dei cervi al fonte, in riferimento al salmo 42, ma anche un tralcio di vite, commentato dalle parole del vangelo di Giovanni, che recita: Tra il quinto e il sesto secolo fu costruito un importante complesso basilicale a Kourion: La basilica presenta un pavimento in mosaico e in opus sectile, mentre della decorazione parietale rimangono piccoli frammenti musivi relativi a una teoria di santi e di angeli.

Il complesso comprendeva anche un battistero monumentale a pianta basilicale, sontuosamente decorato con transenne e plutei marmorei.

L'isola - come si diceva - è costellata di chiese paleocristiane e bizantine: Nei musei dell'isola si conservano anche molti materiali archeologici provenienti dai diversi siti paleocristiani, a cominciare da un frammento del bordo di una mensa marmorea istoriata con il sacrificio di Isacco e riferibile a una bottega costantinopolitana attiva in età teodosiana. Preziosissimi risultano gli undici piatti argentei, con marchi che li datano al e al , decorati a rilievo con scene ispirate alla vita di Davide.

Tutti questi materiali, ma anche un cospicuo numero di lucerne e di altro vasellame ceramico tardoantico dimostrano il ruolo dell'isola come crocevia di culture, religioni, genti e traffici mercantili. L'incontro delle culture permise, comunque, al cristianesimo di innestarsi naturalmente in un sostrato sociale composito, ma aperto ad accogliere la nuova religione, che produsse un sistema di evangelizzazione precoce, che risale - come abbiamo rilevato in apertura - all'età apostolica, ma che cresce e si sviluppa tra il quarto e il quinto secolo, trovando il suo apice in età bizantina, quando l'isola diverrà una vera e propria nebulosa di edifici basilicali complessi, sontuosamente decorati, estremamente articolati, denunciando l'attività e la presenza di una committenza ecclesiastica e privata elevatissima, sia dal punto di vista culturale, sia per quanto attiene il livello del potenziale economico.

I risvolti negativi della fecondazione in vitro. Lo studio, di Aaron Levine, docente di public policy presso il Georgia Institute of Technology, ha rivelato che su annunci di acquisto di ovuli, pubblicati su giornali universitari, 25 andavano oltre il limite dei I pagamenti più elevati erano offerti alle donne di università prestigiose e a quelle con curricula accademici superiori alla media.

Secondo il New York Times, nel quasi I rischi per la salute sono stati illustrati in un articolo pubblicato il 3 marzo su LifeNews. Tra i possibili rischi per la salute figurano infarto, danni agli organi, infezione, cancro e perdita di fertilità, sostiene la Lahl.

Per contro, il destinatario di una donazione di ovuli non è malato, ma un consumatore che acquista un prodotto. Lo scorso anno, ad una conferenza sulla fecondazione, la professoressa Naomi Pfeffer ha avvertito del fatto che le donne di Paesi poveri vengono sfruttate in una sorta di prostituzione da parte di occidentali che vogliono disperatamente avere bambini, secondo il quotidiano Times del 19 settembre.

I casi precedenti riguardavano quello di un bambino di una coppia giapponese, che ha richiesto sei mesi per risolversi, e quello di una coppia tedesca che ha dovuto attendere mesi per ottenere la cittadinanza del proprio figlio nato da una donna indiana. La situazione delle madri surrogate indiane è stato esaminato in modo approfondito in un articolo del Sunday Times pubblicato il 9 maggio.

Le coppie pagano più di I loro mariti e i figli sono autorizzati a visitarle solo la domenica. Il 26 aprile, un articolo pubblicato dal quotidiano Toronto Star ha sollevato alcune questioni relative alla situazione in India.

I bambini saranno ora probabilmente assegnati a un orfanotrofio. Al di là delle preoccupazioni sullo sfruttamento delle donne, la diffusione della surrogazione sta provocando complessi problemi legali. Il Wall Street Journal ha affrontato alcune di tali questioni in un servizio del 15 gennaio. Negli Stati Uniti, otto Stati hanno approvato leggi che vietano tutte o alcune delle procedure di surrogazione. In altri Stati i tribunali si sono rifiutati di considerare efficaci i contratti di surrogazione, mentre in 10 Stati sono state approvate leggi che autorizzano questa pratica.

Alcune dispute riguardano visioni diverse sui diritti da riconoscere alla madre surrogata, ha spiegato il Wall Street Journal. In una decisione dello scorso dicembre, il giudice del New Jersey Francis Schultz ha decretato che, nonostante la firma di un accordo di rinuncia dei diritti genitoriali, la madre surrogata Angelina Robinson mantiene comunque tali diritti in relazione al bambino che ha portato in grembo per conto di una coppia omosessuale, Donald Robinson Hollingsworth e Sean Hollingsworth.

Peraltro, la Robinson è la sorella di Donald Hollingsworth. Un'altra complicazione è emersa, poco tempo dopo, da un articolo apparso il 26 gennaio sul New York Times che ha posto la questione se un bambino possa avere tre genitori biologici. Da recenti esperimenti sulle scimmie, alcuni scienziati ne hanno fatto nascere alcune con un padre e due madri, riuscendo a combinare materiale genetico proveniente dagli ovuli di due femmine.

Il fine non giustifica i mezzi, e alcune tecniche di riproduzione non sono moralmente legittime, affermano. Occorre resistere alla tentazione di avere un figlio come prodotto della tecnologia, secondo il documento. I Vescovi osservano inoltre che questi incentivi pecuniari possono indurre le donne a mettere a rischio la propria salute attraverso le procedure di estrazione degli ovuli.

Esistono quindi molte buone ragioni per nutrire seri dubbi sulla fecondazione in vitro. La "rivoluzione" di Benedetto che cambia il volto della Chiesa. Lo aveva detto anche in Portogallo. Dal suo punto di vista ha ragione, perché di fronte alla vicenda drammatica della pedofilia Benedetto XVI non si è messo a difendere la Chiesa dagli attacchi, anche se noi tutti avremmo avuto buoni argomenti per farlo.

Il Papa non si è messo a denunciare il complotto. Benedetto XVI è convinto che gli attacchi della stampa siano stati quasi una via usata da Dio per purificare il suo popolo. Lo ha fatto capire nello scandalo pedofilia. La Chiesa non è una cosca mafiosa che ha bisogno di omertà: Anche se ci fosse stato un solo caso di pedofilia, Benedetto XVI avrebbe pianto con le vittime e avrebbe confessato la verità. Una scelta, insomma, in cui certo mondo cattolico o simpatizzante vede una resa delle armi.

La sfida si gioca non fuori, ma dentro il mondo cattolico. Non soltanto perché non è giusto nei confronti delle vittime, ma anche perché denota una concezione della Chiesa che manca di fede: Ma Dio - ci fa capire il Papa - è più grande del cumulo di peccati che noi portiamo dentro la Chiesa. Dio non ha bisogno delle nostre menzogne, ma del nostro attaccamento alla verità e della nostra conversione.

Con questa umiltà il Papa ha vinto gli attacchi e anche giornali che lo hanno attaccato, come il New York Times, lo hanno riconosciuto. La profezia, ha detto il Papa, non si riferisce al passato: Che cosa implica questo per il modo di concepire la fede?

Non direi che il collegamento era inevitabile. È stato il Papa, dopo questi mesi di sofferenza, a decidere di andare a Fatima per affidare la Chiesa nelle mani della Madonna. Conta non il fare ma la fede, e riaffermarlo è sempre una rivoluzione perché da decenni viviamo in un mondo cattolico tutto ripiegato sui piani pastorali. Viene meno, di conseguenza, la percezione che è un Altro che fa la storia.

Il Papa ha riorientato lo sguardo che dovremmo avere noi cristiani, soprattutto nel momento delle prove più difficili che ci vengono e che ci verranno richieste. Cosa vuol dire questo oggi per la Chiesa? Il Papa ha corretto senza indugio quello che è stato un atteggiamento di moltissimi vescovi per decenni, che ha finito per non dare giustizia alle vittime e per esporre altri giovani agli abusi.

Chi si macchia di questi delitti deve risponderne davanti alla giustizia di Dio e davanti a quella degli uomini. Ma la rivoluzione del Papa sta in una profonda de-clericalizzazione della Chiesa. Il centro della Chiesa cioè non e il clero, ma Gesù Cristo. E chi è chiamato ad un ministero nella Chiesa è un servo. È una difesa che troppo spesso non si vede scattare quando sono messe in discussione le verità di fede Non mi pare che si debba dare troppa importanza a questo tipo di sondaggi.

A dire il vero poi il Regina coeli di domenica sembra dimostrare il contrario. Il problema è sempre la fede: Ecco perché molta gente comune secondo me è rimasta disorientata. Antonio Socci, Il sussidiario. Per produrre il genoma in laboratorio non sono stati utilizzati nuovi aminoacidi.

In altre parole, i ricercatori del gruppo di Venter hanno composto con grande abilità un enorme puzzle, utilizzando i pezzi già messi a disposizione dalla natura, per realizzare un disegno pressoché identico a quello già tracciato naturalmente. Non sappiamo ancora a quali risultati porterà la nuova procedura tecnica messa a punto: Lo vedremo nel tempo. Per ora, i problemi che pone sono analoghi a quelli di ogni ogm: È ben noto che Craig Venter è innanzitutto un bravissimo imprenditore di se stesso: Una sapiente e spregiudicata strategia di marketing industriale per un mercato enorme come quello che gira intorno alle biotecnologie, nel quale troppo spesso ad annunci trionfali non seguono i risultati promessi.

Che la sfida della conoscenza debba sempre essere presentata come mettersi in arrogante gara con Dio, non rende ragione alla scienza stessa. Significa essere consapevoli di stare di fronte ad un mistero che mentre si fa esplorare ci suggerisce nuove domande, altre questioni da affrontare e conoscenze da mettere a fuoco. Un mistero che svelandosi si mostra infinito. Assuntina Morresi, Avvenire, 22 maggio La lezione del Papa? La sofferenza della Chiesa alla luce di Fatima.

Con il suo viaggio in Portogallo, Benedetto XVI ha insegnato alla Chiesa ad analizzare le difficoltà attuali alla luce del messaggio di Maria a Fatima, ovvero con gli occhi di Dio, ha detto il portavoce vaticano. Nel tracciare un bilancio della recente visita apostolica in Portogallo, svoltasi dall'11 al 14 maggio, padre Federico Lombardi S. Zenit, 16 maggio Il principio e la sua applicazione.

In occasione dei cento anni dalla fondazione della rivista "Recherches de Science Religieuse", si tiene il 19 maggio all'Ambasciata di Francia presso la Santa Sede un convegno sul tema "Vaticano II ieri e oggi".

Il punto di partenza è uno studio del padre gesuita Christoph Theobald, che propone una nuova chiave di lettura del concilio. Come affermare la differenza cristiana di fronte al mondo contemporaneo? Nei testi conciliari, padre Theobald individua due modi giustapposti per rispondere alla domanda, senza che si veda una loro possibile sintesi.

Qual è dunque il nostro rapporto rispetto alla società e alla cultura? Questa è la domanda centrale. In relazione alla fede come accoglienza della Parola divina che è parola di vita, come concepire "l'immagine che ci facciamo di Cristo e la nostra relazione con Dio"? Cristo stesso, immagine del Padre, è assieme rivelatore e oggetto della rivelazione, datoci nella fede. La ricchezza e la trascendenza del suo mistero richiedono una pluralità d'espressioni trasmesse per la maggior parte dalla Scrittura o dal Magistero.

Giustamente, padre Theobald rileva che l'enciclica di Leone XIII Rerum novarum ha significato una svolta nell'atteggiamento della Chiesa di fronte al mondo moderno. La prima reazione era stata di timore: Leone XIII apre una via di collaborazione, in contrasto con il rigetto totale anteriore. Ma il mondo "moderno", ha anch'esso la sua storia e le sue ambiguità. È condizionato dall'esperienza delle guerre di religione. Una delle espressioni più caratteristiche dell'illuminismo è il deismo, nel quale s'iscrive il trattato di Locke sulla tolleranza, che mette in causa l'idea stessa di verità e la natura dei nostri doveri di fronte a essa.

Questa teoria ha fornito le premesse alle prime affermazioni sulla libertà religiosa, a tal punto che non si percepiva più la possibilità di scindere le "conclusioni" da queste premesse. La giustificazione della libertà di coscienza e della libertà religiosa dovuta alla Dignitatis humanae non è riducibile alle teorie dell'illuminismo. È veramente innovatrice, in consonanza con il Vangelo. Poco più di vent'anni separano la Rerum novarum dal concilio Vaticano i che ha trattato dei rapporti fra conoscenza di fede e conoscenza naturale, distinte ma chiamate a entrare in simbiosi.

Questa considerazione s'iscrive nel prolungamento della dottrina tradizionale della grazia, la quale guarisce la natura ferita dal peccato, la eleva alla partecipazione alla vita divina, la conduce alla sua perfezione. La formula è trascritta in Lumen gentium n. È la chiave d'interpretazione del decreto sulle missioni Ad gentes e della dichiarazione Nostra aetate. La missione della Chiesa deve essere considerata nella sua totalità. Ma in questa totalità c'è un ordine prioritario dal principio alla conseguenza.

La missione principale della Chiesa è l'annuncio della salvezza portata da Gesù Cristo morto per i nostri peccati e risorto nella gloria. Questo messaggio è universale. Ma l'annuncio del Regno al quale tutti sono chiamati non significa indifferenza per la città degli uomini.

Categories porno escort finistere -

L'ha senza dubbio integrata. Preziosissimi risultano gli undici piatti argentei, con marchi che li datano al e aldecorati a rilievo con scene ispirate alla vita di Davide. E il discepolo si forma solo nell'incontro personale e comunitario con Cristo". Occorreva quindi elevare ancora una volta il grido d'allarme in nome della religione, dell'arte e della civiltà, e proclamare che era ora che si intervenisse perché non si fosse verificato neppure un altro incendio. È diventato comune nell'ecclesiologia adottare la formula "ecclesiologia di comunione" come espressione riassuntiva della visione della Chiesa proposta dall'ultimo concilio. categories porno escort finistere Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi anrhzfoomnw nrhzfoomnw http: In quegli anni era stato riscoperto lo psicanalista austriaco Wilhelm Reich, morto quasi del tutto dimenticato in un manicomio americano nel Its hard to find good help I am forever saying that its hard to procure quality help, but here is. Egli si prende cura di me. Sui risarcimenti infine, il presidente sperava che la Santa Sede si rendesse conto della situazione della finanza spagnola.

Always follow your heart. Wow, awesome blog layout! How lengthy have you been blogging for? The full glance of your web site is magnificent, let alone the content!

Whats Happening i am new to this, I stumbled upon this I ave discovered It positively useful and it has aided me out loads. It as nearly impossible to find experienced people for this subject, however, you sound like you know what you are talking about! Very nice article and right to the point. I am not sure if this is really the best place to ask but do you guys have any ideea where to employ some professional writers?

You made some decent points there. I looked on the internet for the issue and found most individuals will go along with with your site. This unique blog is without a doubt awesome and besides amusing.

I have chosen helluva interesting tips out of this amazing blog. I ad love to come back every once in a while. I truly appreciate this post. I have been looking everywhere for this! Thank goodness I found it on Bing. You have made my day!

Yahoo results While browsing Yahoo I found this page in the results and I didn at think it fit. This particular blog is no doubt educating and besides amusing. I have found a bunch of interesting things out of this blog. I ad love to go back again soon. Thankyou for this terrific post, I am glad I discovered this website on yahoo. Major thanks for the blog post.

This is a great tip particularly to those fresh to the blogosphere. Short but very precise information Thanks for sharing this one. A must read article! I wonder why the opposite experts of this sector do not realize this.

You should continue your writing. I am confident, you ave a great readers a base already! Many thanks for sharing this very good piece. This was a really wonderful article. Thank you for supplying this information. Very nice info and straight to the point. I don at know if this is actually the best place to ask but do you folks have any ideea where to employ some professional writers? Im obliged for the blog post.

How long have you been running a blog for? The full look of your website is fantastic, let alone the content material! Useful information for all Great remarkable issues here. I am very satisfied to look your article. Thanks a lot and i am taking a look ahead to touch you.

Will you kindly drop me a e-mail? Its hard to find good help I am forever saying that its hard to procure quality help, but here is. It as nearly impossible to find knowledgeable people on this subject, but you sound like you know what you are talking about! How long have you been blogging for? The overall look of your website is excellent, as well as the content! I always wanted to write in my blog something similar to that. Can My spouse and i implement a part of your submit to my own site?

Louis Vuitton Outlet Well done! Drinking water might have been more useful, but hey. Thanks a lot for the blog article. Loving the info on this website , you have done outstanding job on the blog posts. I reckon something really interesting about your web blog so I saved to my bookmarks.

I was suggested this website by my cousin. I am not sure whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my problem. This can be one particular of the most useful blogs We have ever arrive across on this subject.

I am also a specialist in this topic so I can understand your hard work. Wanted to drop a remark and let you know your Feed isnt functioning today.

I tried including it to my Bing reader account and got nothing. Thanks a lot for the article post. That as in fact a good movie stated in this post about how to write a piece of writing, therefore i got clear idea from here. It is really a great and helpful piece of info.

I am glad that you shared this helpful info with us. Please keep us informed like this. I am glad that you shared this useful info with us. Some very valid points! I appreciate you writing this post and also the rest of the site is extremely good. Really enjoyed this article post. Usually I don at learn post on blogs, but I wish to say that this write-up very forced me to take a look at and do it!

Your writing taste has been surprised me. Thank you, very great post. Thank you for any other excellent post. Where else may just anyone get that type of information in such an ideal way of writing? I ave a presentation next week, and I am at the look for such info. This blog was how do I say it? Finally I have found something that helped me.

You, my pal, ROCK! I found just the information I already searched everywhere and simply could not find it. What an ideal site. It seems like you are generating problems oneself by trying to remedy this concern instead of looking at why their can be a difficulty in the first place. I wanted to thank you for this very good read!! I definitely enjoyed every bit of it. I ave got you saved as a favorite to check out new things you post. Thank you ever so for you article.

Wow, fantastic blog layout! The overall look of your web site is excellent, let alone the content! Spot on with this write-up, I really suppose this website needs much more consideration. I truly appreciate this blog. Did you hire out a developer to create your theme? It as hard to come by well-informed people about this topic, but you seem like you know what you are talking about!

This blog looks exactly like my old one! It as on a totally different topic but it has pretty much the same layout and design. Great choice of colors! We are linking to this particularly great article on our site. Keep up the great writing. Well I definitely enjoyed studying it. This subject offered by you is very constructive for good planning. Viewing a program on ladyboys, these blokes are merely wanting the attention these ladys provide them with due to there revenue.

Lucky me I ran across your blog by accident stumbleupon. I have saved as a favorite for later! Merely wanna remark that you have a very nice internet site , I enjoy the style and design it actually stands out.

In This Case Study This. There is perceptibly a bundle to identify about this. I believe you made certain good points in features also. Well My spouse and i definitely enjoyed studying the idea. This idea procured simply by you is very constructive forever planning. Well I really liked studying it. This post offered by you is very useful for proper planning. I am very satisfied to look your post. Thanks a lot and I am looking forward to touch you. Will you please drop me a mail?

There is perceptibly a lot to know about this. I suppose you made certain good points in features also. Its hard to find good help I am regularly proclaiming that its difficult to procure good help, but here is. Many thanks for Many thanks for making the effort to line all this out for people like us. This kind of article was quite helpful to me.

This very blog is definitely cool additionally informative. I have picked a bunch of useful tips out of this source. I ad love to visit it over and over again. I all probably be back again to see more, thanks for the info! Thanks again for the blog post. This is one awesome article post. I think other web site proprietors should take this website as an model, very clean and great user genial style and design, as well as the content. You are an expert in this topic!

I appreciate you writing this article plus the rest of the website is also very good. Some extremely valid points! I appreciate you writing this article and also the rest of the site is very good.

What may you suggest in regards to your submit that you just made some days ago? On the outside its measures are an even dozen point-five inches in diameter on six point-five toaster oven reviews centimeters heavy.

I looked on the internet for the issue and found most individuals will approve with your site. I relish, lead to I found just what I used to be having a look for. You have ended my four day long hunt! God Bless you man. Have a nice day. This has been an extremely wonderful article.

Know who is writing about bag and also the actual reason why you ought to be afraid. I think this is a real great article. There is apparently a bundle to identify about this. I suppose you made some good points in features also.

Thanks, I ave recently been looking for information about this topic for ages and yours is the best I ave found so far. You have mentioned very interesting points! The players a maneuvers came on the opening day.

She also happens to be an unassailable lead. This was an incredibly wonderful post. Thanks for providing this info. Wow, wonderful blog layout! The overall look of your site is fantastic, let alone the content!. Thanks For Your article about sex. This blog is without a doubt educating and besides amusing. I have found a bunch of handy stuff out of this source.

I ad love to come back again soon. This site truly has all the information and facts I needed concerning this subject and didn at know who to ask.

I continuously wanted to write on my site something like that. Can I include a part of your post to my blog? Lucky me I ran across your site by chance stumbleupon. I have book marked it for later! Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi tngxovwf http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi anrhzfoomnw nrhzfoomnw http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi sswhym http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi fwgnowtzqr http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi gkywtoncgn http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi cvyzbxiyg http: Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi twshrpobsj http: È diventato comune nell'ecclesiologia adottare la formula "ecclesiologia di comunione" come espressione riassuntiva della visione della Chiesa proposta dall'ultimo concilio.

Effettivamente la categoria di "comunione" è centrale nel Vaticano II e sintetizza bene il nucleo della sua visione ecclesiologica. Disponiamo oggi di due grandi ermeneutiche del Vaticano II, talvolta indicate con l'uso di binomi dialettici, come: Benedetto XVI ha illustrato con chiarezza le due ermeneutiche - da lui definite "della discontinuità e della rottura" e "della riforma, del rinnovamento e della continuità" - nell'importante discorso alla Curia romana del 22 dicembre , dove ha preso nettamente posizione in favore della seconda.

La prima ermeneutica "rischia di finire in una rottura tra Chiesa preconciliare e Chiesa postconciliare. Essa asserisce che i testi del concilio come tali non sarebbero ancora la vera espressione dello spirito del concilio. Sarebbero il risultato di compromessi nei quali, per raggiungere l'unanimità, si è dovuto ancora trascinarsi dietro e riconfermare molte cose vecchie ormai inutili.

L'altra ermeneutica non nega affatto che nei grandi temi trattati dal concilio "poteva emergere una qualche forma di discontinuità e che, in un certo senso, si era manifestata di fatto una discontinuità, nella quale tuttavia, fatte le diverse distinzioni tra le concrete situazioni storiche e le loro esigenze, risultava non abbandonata la continuità nei principi.

E proprio in questo insieme di continuità e discontinuità a livelli diversi che consiste la natura della vera riforma".

L'ecclesiologia di comunione, dunque, ha soppiantato o integrato quella societaria? L'ha senza dubbio integrata. Per il Vaticano II continua a essere vero che la Chiesa è società, ma questo aspetto viene visto sotto la prospettiva della "comunione" e da essa completato e integrato.

Una quindicina sono le ricorrenze significative del linguaggio societario nei testi del Vaticano II. Tutti questi aspetti della comunione, se si vuole interpretare fedelmente il Vaticano II, vanno letti assieme: La cosiddetta ecclesiologia societaria era già stata ridimensionata e integrata dalla Mystici corporis nella concezione teologicamente più ricca del "corpo mistico di Cristo", dove ritornava a essere posta in primo piano la presenza attuale e vivificante del Signore nella Chiesa.

La Chiesa, per l'ultimo concilio, non è solo una società e neppure semplicemente il corpo mistico di Cristo, ma è frutto dell'opera trinitaria dalla creazione all'èschaton; la Chiesa è, come afferma la Lumen gentium citando san Cipriano, "un popolo adunato dall'unità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo" 4.

Lumen gentium, 8 , trascendente e storico: La sacramentalità della Chiesa, poi è continuamente alimentata e nutrita dall'Eucaristia, che la Lumen gentium al capitolo 11 considera come sacramento che "fa" la Chiesa e non solo come sacramento "celebrato" dalla Chiesa. La comunione ecclesiale, lungi dal ridursi ad armonia plico-affettiva, è il radicamento dei battezzati nell'opera trinitaria di raduno della Chiesa: È prima di tutto l'adesione all'unica fede nella proclamazione della parola di Dio a rappresentare la radice della comunione ecclesiale cfr.

Sono i sacramenti, poi, e in special modo l'Eucaristia a rinnovare, nutrire e ricostituire la comunione nella Chiesa cfr. Sacrosanctum concilium e Lumen gentium, L'assorbimento della categoria di "comunione" nel semplice "andare d'accordo" - molto utile, intendiamoci - ha ridotto la ricchezza teologica dell'ecclesiologia comunionale e ha favorito una prassi cristiana a volte troppo "intimista", rischiando di mettere in sordina l'altra grande dimensione della Chiesa conciliare: Non v'è dubbio che il Vaticano II abbia impostato un'ecclesiologia missionaria, superando decisamente due grandi riduzioni ereditate nel corso degli ultimi secoli.

Una prima riduzione riguardava l'assorbimento della missione nelle "missioni", per cui solo chi partiva verso Paesi lontani veniva chiamato "missionario"; una seconda, consisteva nella convinzione che la missionarietà costituisse solo un momento episodico e passeggero della Chiesa che avrebbe avuto termine una volta cristianizzato tutto il mondo.

Il Vaticano II supera entrambe le riduzioni, evidenziando la natura missionaria della Chiesa, fondata sulle stesse missioni trinitarie. È stato proprio l'ultimo concilio a mettere in evidenza come la missione non sia semplicemente una delle attività della Chiesa, ma appartenga alla sua stessa natura.

Se, anzi, dovessimo indicare quale delle due costituisca effettivamente la "novità" del concilio, dovremmo scegliere la missione: Non che le due dimensioni contrastino: La comunione, quindi, più che il "centro" dell'ecclesiologia è uno dei due fuochi dell'ellisse, poiché condivide con la missione la qualifica di asse portante della Chiesa.

Gesù, gli uomini e l'Eucaristia: Nell'imminenza della sua morte Gesù rende i suoi apostoli partecipi del suo corpo dato e del suo sangue sparso. Ma quel gesto di Cristo dovrà essere rinnovato come suo memoriale: Fate questo in memoria di me". Allo stesso modo, prese anche il calice, dopo aver cenato, dicendo: E, infatti, da subito i cristiani celebrarono quella cena, nella consapevolezza che essa era per loro irrinunciabile.

Ma qual è la ragione di questa annessione dell'Eucaristia alla Chiesa? Tale ragione appare pienamente alla luce del disegno divino, che include l'eterna predestinazione del Figlio di Dio crocifisso e glorificato.

Il sacrificio di Cristo non è un episodio fortuito e inatteso, o ultimamente derivante dalla volontà dell'uomo. A rimproverare la stoltezza dei discepoli di Emmaus e la lentezza del loro cuore a credere alle profezie è lo stesso Gesù: Quanto a Pietro, negli Atti degli Apostoli afferma che Gesù di Nazaret è stato consegnato agli uomini d'Israele "secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio", che "lo ha risuscitato" cfr.

Nell'eterno piano divino è, dunque, contenuto il Figlio di Dio predestinato redentore. In verità, noi non sappiamo la ragione di questo progetto che comporta l'umanità crocifissa e gloriosa di Gesù: Si dirà che la scelta divina deriva dal peccato dell'uomo e si sa che i teologi si sono chiesti che cosa avrebbe fatto Dio se l'uomo non avesse peccato. Possiamo invece riconoscere - evitando di addentrarci nelle sterili vie delle ipotesi - tre cose.

E la terza cosa: Secondo la prima lettera di Pietro noi siamo stati liberati dal "sangue prezioso di Cristo, agnello senza difetti e senza macchia", che "fu predestinato già prima della creazione del mondo" 1 Pietro, 1, Questo amore misericordioso è la ragione assoluta e il "principio" del disegno creativo: Dio crea per rivelarsi come grazia.

E la "grazia" originaria è l'umanità risorta e glorificata del Figlio. Detto in altre parole: Ecco perché Gesù appare segnato dalla predestinazione alla passione. Egli viene tra noi per essere "vittima di espiazione per i nostri peccati" 1 Giovanni, 2, 2. La sua umanità porta iscritta la morte redentiva quale condizione ed espressione della sua riuscita. Questa morte non equivale alla sua disfatta né suggella il fallimento del piano di Dio, ma, paradossalmente, ne costituisce e ne proclama il successo e l'esaltazione.

L'"innalzamento" di Gesù avvera la sua gloria e lo pone nel cuore dell'umanità e di tutto l'universo cfr. Né l'eccellenza di Cristo venne meno per il fatto che lo abbia destinato alla morte per la salvezza del genere umano. Che anzi, per questo egli è diventato un vincitore glorioso" Summa Theologiae, i, 20, 4, 1m. Ora, nel cenacolo Gesù istituisce l'Eucaristia perché in essa incessantemente possiamo ritrovare l'umanità crocifissa e gloriosa del Signore.

L'umanità crocifissa e gloriosa di Gesù è l'archetipo esclusivo e imprescindibile di qualsiasi umanità. Tutto è stato creato "per mezzo" del Risorto da morte, "in lui" e "in vista di lui" cfr. Da qui l'impronta del Crocifisso glorificato particolarmente nell'uomo. Il Risorto da morte è stato scelto, "prima della creazione del mondo" Efesini, 1, 4 , quale "Primogenito tra molti fratelli" Romani, 8, A partire dal Signore paziente trova inizio e significato la passione di ogni uomo, come comunione alla sua croce.

A partire da lui risorto traspare l'esito e il traguardo di ogni morte. Nessun uomo è ideato da Dio ed è chiamato a vivere, se non perché, bevendo al calice del Figlio, rifulga eternamente di uno splendore simile al suo. Paolo interpreta il battesimo come un essere "intimamente uniti a lui a somiglianza della sua morte", in vista della "somiglianza della sua risurrezione" cfr.

Il cristiano, in solidarietà con Cristo, è ordinato a condurre un genere di vita che è di con-morte e di con-risurrezione con lui, in cui si rifletta la stessa sorte del Signore, col quale "ci ha risuscitato e ci ha fatto sedere nei cieli" Efesini, 2, 6.

In ogni sofferenza, anche di là dalla coscienza che se ne possa avere, si rinnova e si riproduce oggettivamente il Calvario di Gesù, proteso verso il compimento pasquale: E ora siamo in grado di comprendere in pienezza la ragione dell'Eucaristia. Essa appare istituita e trasmessa alla Chiesa non soltanto come immagine sacramentale e presenza reale della passione e della morte, cioè della "sorte", di Gesù, ma anche come l'icona della sorte di tutti gli uomini concepiti a similitudine di lui, che estende a essi la sua predestinazione.

La Chiesa celebra la Cena del Signore non solo per tenere "fisso lo sguardo su Gesù, che si sottopose alla croce e siede alla destra del trono di Dio" cfr. Ebrei, 12, 2 , ma per percorrere il suo cammino, trasformando la contemplazione in imitazione. La ragione è all'oscuro di tutto questo e infatti rimane allibita e sconcertata di fronte alla passione che segna fatalmente la vita dell'uomo: Tutti gli uomini, fin dall'eternità, sono stati voluti in questa grazia e nessuno è mai caduto dalla "memoria" di Dio, che è Gesù Cristo.

Certo, lui solo conosce per quali vie ogni uomo incontri il Figlio redentore. I cristiani, ancora in età apostolica, in seguito alla persecuzione seguita al martirio di Stefano, si rifugiarono nell'isola di Cipro, dove era una fiorente comunità giudaica Flavio Giuseppe, Antiquitates Judaicae, 16, Da Cipro proveniva Giuseppe, soprannominato dagli apostoli Barnaba, che significa "figlio dell'esortazione", un levita giudeo ed ellenista, appartenente alla famiglia della tribù di Levi, il quale appare, per la prima volta, nello scenario movimentato descritto dagli Atti degli Apostoli 4, 36 , in quanto padrone di un campo, che vendette per donare il ricavato agli apostoli.

Nel primo viaggio missionario, che deve essersi svolto tra il 44 e il 49, Barnaba, in compagnia di Paolo e di Marco, evangelizza proprio l'isola di Cipro, percorrendola da Salamina a Paphos, dove risiedeva il proconsole Sergio Paolo, alla cui presenza si svolse una disputa, narrata dettagliatamente dagli Atti degli Apostoli: Attraversata tutta l'isola fino a Paphos, vi trovarono un tale mago e falso profeta giudeo di nome Bar-Jesus, al seguito del proconsole Sergio Paolo, persona assai saggia, che aveva fatto chiamare a sé Barnaba e Saulo e desiderava ascoltare la parola di Dio.

Ecco, la mano del Signore è sopra di te: Di colpo piombarono su di lui oscurità e tenebre e, brancolando, cercava chi lo guidasse per mano. Quando vide l'accaduto il proconsole credette" Atti, 13, In occasione del secondo viaggio paolino, che si svolse tra il 49 e il 52, Barnaba espresse il desiderio di farsi accompagnare da Giovanni Marco, contro il parere di Paolo.

Il distacco deve forse essere legato al cosiddetto "incidente di Antiochia" Galati, 2, , da riferire al delicato problema dell'osservanza della circoncisione.

Dopo queste rapide notizie relative all'età apostolica, le certezze storiche diventano più rare, anche se pare probabile che, al tempo di Diocleziano, alcuni cristiani palestinesi furono esiliati a Cipro, mentre è sicuro che i vescovi Cirillo di Paphos, Gelasio di Salamina e Spiridione di Tremithos parteciparono al primo concilio di Nicea del Anche se, quasi vent'anni dopo, al concilio di Sardica, il numero dei vescovi ciprioti sale a dodici, il paganesimo è ancora molto vivace nell'isola, come dimostrano i rinvenimenti archeologici effettuati a Paphos, relativi ad abitazioni riferibili al pieno quarto secolo, con decorazioni pavimentali musive , che accolgono i miti di Dioniso, Apollo, Marsia, Teti e Peleo.

Il presunto passaggio per Cipro di Elena, che tornava dalla Terra Santa, sembra aver innescato un processo di cristianizzazione dell'isola, che, secondo gli studiosi, dovette manifestarsi con la costruzione di un discreto numero di chiese, che si incrementerà per la presenza del vescovo Epifanio di Salamina, che, nel , fu sepolto in una basilica ancora incompiuta, con il permesso dell'imperatore Arcadio.

La basilica era organizzata in sette navate, munita di atrio ed era lunga oltre sessanta metri; l'arredo, che comportava colonne e capitelli finemente lavorati, fu eseguito in loco da maestranze autoctone e in pietra locale.

Ma la basilica più importante, forse concepita ancora nel quarto secolo, ma definita nel corso del quinto, è quella di Santa Ciriaca Chrysopolitissa a Paphos, che dovette rivestire il ruolo di cattedrale.

Anche questo monumentale edificio di culto - dove si fermerà in preghiera il Papa - si sviluppava in sette navate, anche se oggi è stata molto ridimensionata. Gli archeologi e i visitatori possono ancora ammirare i molti materiali dell'arredo liturgico del sontuoso edificio di culto e, segnatamente, le colonne in granito, i capitelli corinzi in marmo, la pavimentazione musiva, che presenta motivi geometrici e zoomorfi, tra i quali emerge il tema battesimale dei cervi al fonte, in riferimento al salmo 42, ma anche un tralcio di vite, commentato dalle parole del vangelo di Giovanni, che recita: Tra il quinto e il sesto secolo fu costruito un importante complesso basilicale a Kourion: La basilica presenta un pavimento in mosaico e in opus sectile, mentre della decorazione parietale rimangono piccoli frammenti musivi relativi a una teoria di santi e di angeli.

Il complesso comprendeva anche un battistero monumentale a pianta basilicale, sontuosamente decorato con transenne e plutei marmorei. L'isola - come si diceva - è costellata di chiese paleocristiane e bizantine: Nei musei dell'isola si conservano anche molti materiali archeologici provenienti dai diversi siti paleocristiani, a cominciare da un frammento del bordo di una mensa marmorea istoriata con il sacrificio di Isacco e riferibile a una bottega costantinopolitana attiva in età teodosiana.

Preziosissimi risultano gli undici piatti argentei, con marchi che li datano al e al , decorati a rilievo con scene ispirate alla vita di Davide. Tutti questi materiali, ma anche un cospicuo numero di lucerne e di altro vasellame ceramico tardoantico dimostrano il ruolo dell'isola come crocevia di culture, religioni, genti e traffici mercantili.

L'incontro delle culture permise, comunque, al cristianesimo di innestarsi naturalmente in un sostrato sociale composito, ma aperto ad accogliere la nuova religione, che produsse un sistema di evangelizzazione precoce, che risale - come abbiamo rilevato in apertura - all'età apostolica, ma che cresce e si sviluppa tra il quarto e il quinto secolo, trovando il suo apice in età bizantina, quando l'isola diverrà una vera e propria nebulosa di edifici basilicali complessi, sontuosamente decorati, estremamente articolati, denunciando l'attività e la presenza di una committenza ecclesiastica e privata elevatissima, sia dal punto di vista culturale, sia per quanto attiene il livello del potenziale economico.

I risvolti negativi della fecondazione in vitro. Lo studio, di Aaron Levine, docente di public policy presso il Georgia Institute of Technology, ha rivelato che su annunci di acquisto di ovuli, pubblicati su giornali universitari, 25 andavano oltre il limite dei I pagamenti più elevati erano offerti alle donne di università prestigiose e a quelle con curricula accademici superiori alla media.

Secondo il New York Times, nel quasi I rischi per la salute sono stati illustrati in un articolo pubblicato il 3 marzo su LifeNews. Tra i possibili rischi per la salute figurano infarto, danni agli organi, infezione, cancro e perdita di fertilità, sostiene la Lahl.

Per contro, il destinatario di una donazione di ovuli non è malato, ma un consumatore che acquista un prodotto. Lo scorso anno, ad una conferenza sulla fecondazione, la professoressa Naomi Pfeffer ha avvertito del fatto che le donne di Paesi poveri vengono sfruttate in una sorta di prostituzione da parte di occidentali che vogliono disperatamente avere bambini, secondo il quotidiano Times del 19 settembre.

I casi precedenti riguardavano quello di un bambino di una coppia giapponese, che ha richiesto sei mesi per risolversi, e quello di una coppia tedesca che ha dovuto attendere mesi per ottenere la cittadinanza del proprio figlio nato da una donna indiana.

La situazione delle madri surrogate indiane è stato esaminato in modo approfondito in un articolo del Sunday Times pubblicato il 9 maggio. Le coppie pagano più di I loro mariti e i figli sono autorizzati a visitarle solo la domenica. Il 26 aprile, un articolo pubblicato dal quotidiano Toronto Star ha sollevato alcune questioni relative alla situazione in India. I bambini saranno ora probabilmente assegnati a un orfanotrofio.

Al di là delle preoccupazioni sullo sfruttamento delle donne, la diffusione della surrogazione sta provocando complessi problemi legali.

Il Wall Street Journal ha affrontato alcune di tali questioni in un servizio del 15 gennaio. Negli Stati Uniti, otto Stati hanno approvato leggi che vietano tutte o alcune delle procedure di surrogazione. In altri Stati i tribunali si sono rifiutati di considerare efficaci i contratti di surrogazione, mentre in 10 Stati sono state approvate leggi che autorizzano questa pratica.

Alcune dispute riguardano visioni diverse sui diritti da riconoscere alla madre surrogata, ha spiegato il Wall Street Journal. In una decisione dello scorso dicembre, il giudice del New Jersey Francis Schultz ha decretato che, nonostante la firma di un accordo di rinuncia dei diritti genitoriali, la madre surrogata Angelina Robinson mantiene comunque tali diritti in relazione al bambino che ha portato in grembo per conto di una coppia omosessuale, Donald Robinson Hollingsworth e Sean Hollingsworth.

Peraltro, la Robinson è la sorella di Donald Hollingsworth. Un'altra complicazione è emersa, poco tempo dopo, da un articolo apparso il 26 gennaio sul New York Times che ha posto la questione se un bambino possa avere tre genitori biologici. Da recenti esperimenti sulle scimmie, alcuni scienziati ne hanno fatto nascere alcune con un padre e due madri, riuscendo a combinare materiale genetico proveniente dagli ovuli di due femmine.

Il fine non giustifica i mezzi, e alcune tecniche di riproduzione non sono moralmente legittime, affermano. Occorre resistere alla tentazione di avere un figlio come prodotto della tecnologia, secondo il documento.

I Vescovi osservano inoltre che questi incentivi pecuniari possono indurre le donne a mettere a rischio la propria salute attraverso le procedure di estrazione degli ovuli. Esistono quindi molte buone ragioni per nutrire seri dubbi sulla fecondazione in vitro.

La "rivoluzione" di Benedetto che cambia il volto della Chiesa. Lo aveva detto anche in Portogallo. Dal suo punto di vista ha ragione, perché di fronte alla vicenda drammatica della pedofilia Benedetto XVI non si è messo a difendere la Chiesa dagli attacchi, anche se noi tutti avremmo avuto buoni argomenti per farlo. Il Papa non si è messo a denunciare il complotto. Benedetto XVI è convinto che gli attacchi della stampa siano stati quasi una via usata da Dio per purificare il suo popolo.

Lo ha fatto capire nello scandalo pedofilia. La Chiesa non è una cosca mafiosa che ha bisogno di omertà: Anche se ci fosse stato un solo caso di pedofilia, Benedetto XVI avrebbe pianto con le vittime e avrebbe confessato la verità. Una scelta, insomma, in cui certo mondo cattolico o simpatizzante vede una resa delle armi. La sfida si gioca non fuori, ma dentro il mondo cattolico. Non soltanto perché non è giusto nei confronti delle vittime, ma anche perché denota una concezione della Chiesa che manca di fede: Ma Dio - ci fa capire il Papa - è più grande del cumulo di peccati che noi portiamo dentro la Chiesa.

Dio non ha bisogno delle nostre menzogne, ma del nostro attaccamento alla verità e della nostra conversione. Con questa umiltà il Papa ha vinto gli attacchi e anche giornali che lo hanno attaccato, come il New York Times, lo hanno riconosciuto. La profezia, ha detto il Papa, non si riferisce al passato: Che cosa implica questo per il modo di concepire la fede? Non direi che il collegamento era inevitabile.

È stato il Papa, dopo questi mesi di sofferenza, a decidere di andare a Fatima per affidare la Chiesa nelle mani della Madonna. Conta non il fare ma la fede, e riaffermarlo è sempre una rivoluzione perché da decenni viviamo in un mondo cattolico tutto ripiegato sui piani pastorali. Viene meno, di conseguenza, la percezione che è un Altro che fa la storia. Il Papa ha riorientato lo sguardo che dovremmo avere noi cristiani, soprattutto nel momento delle prove più difficili che ci vengono e che ci verranno richieste.

Cosa vuol dire questo oggi per la Chiesa? Il Papa ha corretto senza indugio quello che è stato un atteggiamento di moltissimi vescovi per decenni, che ha finito per non dare giustizia alle vittime e per esporre altri giovani agli abusi.

Chi si macchia di questi delitti deve risponderne davanti alla giustizia di Dio e davanti a quella degli uomini. Ma la rivoluzione del Papa sta in una profonda de-clericalizzazione della Chiesa. Il centro della Chiesa cioè non e il clero, ma Gesù Cristo. E chi è chiamato ad un ministero nella Chiesa è un servo. È una difesa che troppo spesso non si vede scattare quando sono messe in discussione le verità di fede Non mi pare che si debba dare troppa importanza a questo tipo di sondaggi.

A dire il vero poi il Regina coeli di domenica sembra dimostrare il contrario. Il problema è sempre la fede: Ecco perché molta gente comune secondo me è rimasta disorientata. Antonio Socci, Il sussidiario. Per produrre il genoma in laboratorio non sono stati utilizzati nuovi aminoacidi.

In altre parole, i ricercatori del gruppo di Venter hanno composto con grande abilità un enorme puzzle, utilizzando i pezzi già messi a disposizione dalla natura, per realizzare un disegno pressoché identico a quello già tracciato naturalmente. Non sappiamo ancora a quali risultati porterà la nuova procedura tecnica messa a punto: Lo vedremo nel tempo. Per ora, i problemi che pone sono analoghi a quelli di ogni ogm: È ben noto che Craig Venter è innanzitutto un bravissimo imprenditore di se stesso: Una sapiente e spregiudicata strategia di marketing industriale per un mercato enorme come quello che gira intorno alle biotecnologie, nel quale troppo spesso ad annunci trionfali non seguono i risultati promessi.

Che la sfida della conoscenza debba sempre essere presentata come mettersi in arrogante gara con Dio, non rende ragione alla scienza stessa.

Significa essere consapevoli di stare di fronte ad un mistero che mentre si fa esplorare ci suggerisce nuove domande, altre questioni da affrontare e conoscenze da mettere a fuoco. Un mistero che svelandosi si mostra infinito. Assuntina Morresi, Avvenire, 22 maggio La lezione del Papa? La sofferenza della Chiesa alla luce di Fatima. Con il suo viaggio in Portogallo, Benedetto XVI ha insegnato alla Chiesa ad analizzare le difficoltà attuali alla luce del messaggio di Maria a Fatima, ovvero con gli occhi di Dio, ha detto il portavoce vaticano.

Nel tracciare un bilancio della recente visita apostolica in Portogallo, svoltasi dall'11 al 14 maggio, padre Federico Lombardi S. Zenit, 16 maggio Il principio e la sua applicazione. In occasione dei cento anni dalla fondazione della rivista "Recherches de Science Religieuse", si tiene il 19 maggio all'Ambasciata di Francia presso la Santa Sede un convegno sul tema "Vaticano II ieri e oggi".

Il punto di partenza è uno studio del padre gesuita Christoph Theobald, che propone una nuova chiave di lettura del concilio. Come affermare la differenza cristiana di fronte al mondo contemporaneo? Nei testi conciliari, padre Theobald individua due modi giustapposti per rispondere alla domanda, senza che si veda una loro possibile sintesi. Qual è dunque il nostro rapporto rispetto alla società e alla cultura?

Questa è la domanda centrale. In relazione alla fede come accoglienza della Parola divina che è parola di vita, come concepire "l'immagine che ci facciamo di Cristo e la nostra relazione con Dio"?

Cristo stesso, immagine del Padre, è assieme rivelatore e oggetto della rivelazione, datoci nella fede. La ricchezza e la trascendenza del suo mistero richiedono una pluralità d'espressioni trasmesse per la maggior parte dalla Scrittura o dal Magistero. Giustamente, padre Theobald rileva che l'enciclica di Leone XIII Rerum novarum ha significato una svolta nell'atteggiamento della Chiesa di fronte al mondo moderno.

La prima reazione era stata di timore: Leone XIII apre una via di collaborazione, in contrasto con il rigetto totale anteriore. Ma il mondo "moderno", ha anch'esso la sua storia e le sue ambiguità.

È condizionato dall'esperienza delle guerre di religione. Una delle espressioni più caratteristiche dell'illuminismo è il deismo, nel quale s'iscrive il trattato di Locke sulla tolleranza, che mette in causa l'idea stessa di verità e la natura dei nostri doveri di fronte a essa. Questa teoria ha fornito le premesse alle prime affermazioni sulla libertà religiosa, a tal punto che non si percepiva più la possibilità di scindere le "conclusioni" da queste premesse.

La giustificazione della libertà di coscienza e della libertà religiosa dovuta alla Dignitatis humanae non è riducibile alle teorie dell'illuminismo. È veramente innovatrice, in consonanza con il Vangelo. Poco più di vent'anni separano la Rerum novarum dal concilio Vaticano i che ha trattato dei rapporti fra conoscenza di fede e conoscenza naturale, distinte ma chiamate a entrare in simbiosi. Questa considerazione s'iscrive nel prolungamento della dottrina tradizionale della grazia, la quale guarisce la natura ferita dal peccato, la eleva alla partecipazione alla vita divina, la conduce alla sua perfezione.

La formula è trascritta in Lumen gentium n. È la chiave d'interpretazione del decreto sulle missioni Ad gentes e della dichiarazione Nostra aetate. La missione della Chiesa deve essere considerata nella sua totalità.

Ma in questa totalità c'è un ordine prioritario dal principio alla conseguenza. La missione principale della Chiesa è l'annuncio della salvezza portata da Gesù Cristo morto per i nostri peccati e risorto nella gloria.

Questo messaggio è universale. Ma l'annuncio del Regno al quale tutti sono chiamati non significa indifferenza per la città degli uomini. Al contrario, appartiene al messaggio evangelico di animare e ispirare l'impegno dei cristiani nella città terrestre.

Il merito di padre Theobald è quello di attirare la nostra attenzione sui grandi cambiamenti intervenuti nella città occidentale di fronte al cristianesimo e alla Chiesa.

La conseguenza è che un principio, sempre valido, quello dell'ispirazione del temporale dalle energie evangeliche, è suscettibile, secondo le circostanze storiche, di rivestire forme assai differenziate.

Una cosa è il principio, un'altra cosa è la sua forma "intransigente, integrale, utopica" caratteristica di alcuni movimenti degli anni Trenta del Novecento. La distinzione è sempre stata rispettata? Sarebbe necessario d'altronde procedere a un'analisi dei concetti di moderno e di post-moderno, dati come scontati, a partire dalle loro fonti intellettuali.

Quando i padri parlano d'ateismo, hanno in mente la Chiesa del silenzio e l'ateismo di Stato con il dominio assoluto dell'educazione e dell'informazione e il fatto che molti vescovi dell'est furono impossibilitati ad andare a Roma.

Più radicalmente, il numero 21 di Gaudium et spes che tratta del tema, si conclude con l'affermazione di Agostino, nelle Confessioni, Fecisti nos ad te Domine et inquietum est cor nostrum, donec requiescat in te.

Abbiamo qui una traduzione diretta della visione biblica dell'uomo. Lo studio di Dignitatis humanae conduce a distinguere nell'insegnamento conciliare un'altra maniera di considerare la relazione con la cultura contemporanea: Questo rispetto dell'alterità e dell'unicità della coscienza altrui ha portato il Signore ad accettare la croce piuttosto d'imporre con la forza la verità ai suoi interlocutori.

Padre Theobald ha certamente ragione d'insistere sulle esigenze evangeliche della qualità dei mezzi di trasmissione del messaggio. Il progetto qualificato di "riconquista" era necessariamente una pressione sulle coscienze, una violenza? L'applicazione non mi pare adeguata quando si tratta di esperienze come quelle dell'Azione Cattolica.

Un'analisi più sottile della storia del movimento, mi sembra necessaria. Lo studio di padre Theobald merita comunque attenzione per il tema centrale che egli tratta. San Vincenzo Pallotti e la formazione dei presbiteri. L'intensità del servizio pastorale al popolo di Dio dipende dalla formazione dei sacerdoti. A volte si sente dire che i preti di oggi non rispondono alle sfide del tempo, non sono aggiornati sugli attuali problemi del mondo, non esercitano i loro uffici pastorali in modo professionale.

Le cause possono risiedere in una carente e non aggiornata formazione sacerdotale. La celebrazione dell'Anno sacerdotale offre l'occasione per ribadire la necessità della formazione sacerdotale e cercare i modelli adeguati per renderla spiritualmente ricca ed efficace.

A tal riguardo, è fonte di ispirazione la figura e il pensiero di san Vincenzo Pallotti , ordinato sacerdote nella basilica di San Giovanni in Laterano il 16 maggio Apparteneva al clero di Roma. Era quindi un prete romano che nella prima metà dell'Ottocento si è distinto tra i sacerdoti per la sua formazione intellettuale e spirituale. Era un modello di sacerdote buon pastore che guidava e difendeva i credenti nel tempo dell'indebolimento della fede. Ma, soprattutto, si è iscritto nella storia della Chiesa con le sue iniziative per promuovere la formazione spirituale e pastorale dei sacerdoti romani.

Vincenzo Pallotti aveva un'ampia conoscenza della vita sacerdotale. Egli era convinto che il fondamento della santità dei sacerdoti e del loro impegno pastorale fosse la buona formazione. Opere complete v, pp. I sacerdoti, i confessori devono essere ben preparati e condurre una vita santa. I predicatori devono distinguersi per la loro dottrina e integrità morale. Dalla santità, scienza e vigilanza dei pastori dipende in gran parte la pace della cristianità e la salvezza eterna delle anime.

L'esercizio dell'incarico di direttore spirituale accresceva la sua convinzione della necessità di una profonda formazione sacerdotale, soprattutto di quella missionaria. Quale dovesse essere il tenore della formazione spirituale lo dice questo appunto: Negli scritti di Vincenzo Pallotti ricorre continuamente il pensiero che l'ecclesiastico deve impegnarsi personalmente a crescere lungo tutto il cammino della sua vita.

Il Pallotti era convinto che esiste un legame intrinseco tra la crescita spirituale, lo studio e l'impegno apostolico. E il Pallotti enumerava i campi in cui ci si deve istruire e cercare di impegnarsi continuamente: Di conseguenza, lo scopo fondamentale di questa continua istruzione è espressa dal Pallotti in questi termini: All'origine c'erano la sua devozione mariana e l'intento di arrivare più profondamente all'animo di tutti i fedeli.

A tal riguardo si deve ricordare che nel il Pallotti compose il testo del mese mariano in tre versioni per i consacrati, i fedeli e gli ecclesiastici. I sacerdoti romani risposero con un'attiva partecipazione all'invito del Pallotti di celebrare insieme il mese mariano nella chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani. I presbiteri espressero il desiderio di radunarsi nello stesso luogo periodicamente nel corso dell'anno. Vi parteciparono presbiteri diocesani e regolari, monsignori, teologi, consultori dei dicasteri pontifici e anche alcuni vescovi.

Le conferenze, grazie a Vincenzo Pallotti, erano indirizzate a rinnovare la vita spirituale e all'aggiornamento pastorale. In questi raduni si proponeva un caso di morale o di liturgia, lo si analizzava e si davano le soluzioni. Vincenzo Pallotti era profondamente convinto che ogni sacerdote doveva sentirsi responsabile della propria formazione ed essere aperto ad accogliere i suggerimenti degli altri.

Il presbitero per crescere ha bisogno di formarsi. Inoltre, il progresso delle scienze e i cambiamenti nel mondo esigono un aggiornamento continuo del nostro sapere per poter operare in modo efficace.

È una necessità di vita. Il secondo punto emerge dal significato più profondo delle conferenze settimanali per i sacerdoti. Il Pallotti le ha istituite e promosse non da solo, ma in collaborazione con gli altri sacerdoti, coinvolgendo tutti i partecipanti.

A questo si unisce un altro fattore molto significativo per le conferenze settimanali: In quell'occasione il Papa fece una fervente predica, invitando tutti al rinnovamento della vita cristiana. Salvatore in Onda, considerando che siamo tutti obbligati ad eseguire efficacemente, e stabilmente la detta missione a tal fine ha giudicato necessaria e opportuna la istituzione di una pia Unione Opere complete III, pp.

Missionari credibili per rievangelizzare. Sarà il tempo a stabilire se è stato raggiunto l'obiettivo del Congresso "di rinnovare in tutti i cattolici del Brasile l'identità di discepoli di Gesù e, a partire da questa esperienza e pratica costante, divenire suoi missionari". Intanto, per il cardinale, bisogna riaccendere quanto prima un'opera missionaria che ha tutti per "destinatari", anche se il primo posto spetta ai "più poveri".

Infatti, "la gente povera delle periferie urbane e delle campagne ha più che mai bisogno di sentire la vicinanza della Chiesa, sia nell'aiuto per le necessità più urgenti, sia nella difesa dei suoi diritti e nella promozione comune di una società fondata sulla giustizia e sulla pace".

Erano poveri anche i martiri brasiliani, uccisi nel proprio mentre partecipavano alla messa domenicale: Secondo l'inviato del Papa, "il Congresso ha confermato ancora una volta che l'Eucaristia è fonte e centro della vita della Chiesa e di ogni cristiano. In questi giorni, partecipando all'Eucaristia e all'adorazione eucaristica in modo più intenso, abbiamo chiesto a Cristo di sviluppare in ognuno di noi la consapevolezza di essere suoi discepoli, per essere anche suoi missionari.

Di fatto, l'Eucaristia è la forza del discepolo e della nostra azione nella società". E ha anche ricordato che per i cristiani "una domenica senza messa non è una domenica completa". La Chiesa è sempre in stato di missione, "ma oggi si manifesta una nuova urgenza. E questa nuova missione ha come destinatari persone e popoli che ancora non sono cristiani, ma anche i battezzati che non partecipano più alla vita delle loro comunità o che sono passati ad altri credi o persino alla totale miscredenza".

Dunque, davanti a questa nuova "urgenza missionaria per essere buoni missionari bisogna essere buoni discepoli. E il discepolo si forma solo nell'incontro personale e comunitario con Cristo".

È questa la base per una missione che è rivolta a tutti e non esclude nessuno. È vero che le comunità devono essere sempre più preparate, vive e coerenti nella fede, ma questo non basta. Nella veste di prefetto della Congregazione per il Clero, ha esortato i sacerdoti a essere fedeli alla loro specifica missione. È chiaro che tutti i cristiani devono essere missionari, ma i sacerdoti hanno un ruolo speciale, dando vita alla missione nel territorio della propria parrocchia, scegliendo un gruppo di laici e laiche e formandoli per evangelizzare, visitando le famiglie".

Rivolgendosi direttamente ai sacerdoti brasiliani, ha detto che "la Chiesa si aspetta molto da ciascuno in questa urgente missione. La missione ha bisogno di tutti voi. Senza di voi, poco o nulla accadrà".

Il cardinale Hummes ha quindi messo in guardia dal considerare il Congresso eucaristico un bell'evento fine a se stesso, da riporre presto negli archivi. Invece, proprio la grande partecipazione popolare, con in prima fila un laicato sempre più consapevole e partecipe, deve costituire un trampolino di lancio per una rinnovata e capillare azione missionaria.

Questa consapevolezza ha una risonanza particolare in questo momento in cui la Chiesa sta vivendo una difficile crisi". Ma c'è anche la consapevolezza che "tutto nella Chiesa si ordina per l'Eucaristia e attorno all'Eucaristia.

Con una bella riflessione sulle pagine della cultura del "Corriere della Sera" del 16 maggio scorso, Pierluigi Battista torna su un tema classico, forse mai veramente scandagliato, relativo al "lato oscuro" di molti intellettuali e grandi personalità, che emerge quando si conoscono alcune loro meschinità, bassezze, vere e proprie efferatezze.

Battista non tralascia neanche Theodor Wiesengrund Adorno che boicotta con ogni mezzo la pubblicazione degli scritti inediti di Walter Benjamin, morto suicida al confine franco-spagnolo in fuga dai nazisti. Già Seneca nella Vita felice risponde a chi rimprovera i filosofi, e lui stesso, per il contrasto tra la loro vita e le loro parole e gli chiede: Seneca risponde che il filosofo predica come si dovrebbe vivere, non come vive lui, e gli altri devono imparare dalle sue parole non dalle sue azioni.

E che infine, i filosofi provano a condurre una vita buona, ma non ci riescono sempre. Carlo Cardia, Avvenire, 17 maggio Una nuova apologetica per rispondere alla domanda su Dio. Il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, Card. William Levada, intervenendo al Convegno, ha sottolineato la necessità di una nuova apologetica che includa un approccio alla creazione, all'opera caritativa e al dialogo interreligioso.

Il Cardinal Levada ha aggiunto che "la testimonianza della nostra vita come credenti che mettono in pratica la fede lavorando per la giustizia e la carità come seguaci che imitano Gesù, nostro Maestro, è una dimensione importante della nostra credibilità come partner di dialogo in un momento di nuova apologetica".

Allo stesso tempo, "la nostra capacità di articolare la piena visione della verità, della giustizia e della carità è essenziale per assicurare che questa testimonianza e questa azione non siano solo una fase passeggera, ma possano dare un contributo durevole alla creazione di una civiltà dell'amore". Il Cardinal Levada ha poi sottolineato la "necessità di perseguire il dialogo con la scienza e la tecnologia".

Per il Cardinal Levada, "il nuovo millennio offrirà sicuramente nuove opportunità di espandere questa dimensione chiave del dialogo tra fede e ragione", "e tra le domande che richiedono oggi più attenzione c'è quella sull'evoluzione in relazione alla dottrina della creazione".

Parlando del libro "Mere Christianity" "Puro cristianesimo" di C. Lewis, ha sottolineato un altro "tema centrale per l'apologetica: Allo stesso modo, ha proseguito, "una nuova apologetica deve tener conto del contesto ecumenico e interreligioso di qualsiasi dialogo sulla fede religiosa in un mondo secolare". Nel saluto al convegno padre Pedro Barrajón, L. Nel suo intervento mons. Nel prendere la parola il prof. Dio esiste ed è dimostrabile Sapienza 13,1 …inoltre è conveniente sul piano esistenziale credere in Lui.

Ne è infatti il Corpo. Si tratta quindi di una realtà viva, che nella storia è soggetta a sviluppo. Per due fondamentali ragioni: Zenit, 30 aprile Come rifondare da capo la Legione. Il comunicato emesso due giorni fa dalla Santa Sede a proposito dei Legionari di Cristo è di portata notevolissima.

È riprodotto integralmente più sotto e va letto dalla prima riga all'ultima. Ma per essere capito a fondo esige qualche nota esplicativa. La genesi del comunicato. I cinque vescovi che hanno compiuto la visita apostolica nella Legione — tutti di primo piano nei rispettivi paesi — hanno consegnato i loro rapporti alle autorità vaticane alla metà dello scorso mese di marzo, dopo sette mesi di indagini nelle rispettive aree geografiche. Sulla base dei loro rapporti e citandoli ampiamente, la segreteria di Stato vaticana ha predisposto un documento di lavoro.

L'hanno fatto sotto la presidenza del cardinale Tarcisio Bertone e assieme al cardinale William J. Levada, prefetto della congregazione per la dottrina della fede, al cardinale Franc Rodé, prefetto della congregazione per i religiosi, e all'arcivescovo Fernando Filoni, sostituto della segreteria di Stato.

La stesura del comunicato finale è stata anch'essa parte dei lavori. Prima di lasciarli, ha incoraggiato i presenti a presentargli proposte concrete, sulle quali egli avrebbe preso le sue decisioni. Ma questo è stato solo l'ennesimo atto di un ruolo da assoluto protagonista svolto da Joseph Ratzinger nel caso dei Legionari di Cristo. Alla fine del fu lui a ordinare un'indagine sul loro fondatore, Marcial Maciel Degollado, contro la generale convinzione innocentista di tutta la curia dell'epoca e dello stesso papa Giovanni Paolo II.

Fu lui, da papa, a emettere nel maggio del la sentenza di condanna di Maciel. Fu lui nell'estate del a ordinare la visita apostolica nella Legione. Il giudizio su Maciel. Il comunicato esplicita per la prima volta in un documento vaticano ufficiale le colpe del fondatore dei Legionari, colpe che nemmeno la condanna del aveva formulato. Esse vengono identificate in "comportamenti gravissimi e obiettivamente immorali" e talora in "veri delitti", atti a configurare "una vita priva di scrupoli e di autentico sentimento religioso".

La complicità dei capi. Severissimo e senza precedenti è anche il giudizio che il comunicato emette sul "sistema di relazioni" costruito attorno a Maciel, sul "silenzio dei circostanti", sul "meccanismo di difesa" della sua vita indegna. Non ci sarà quindi nessuna indulgenza per il "sistema di potere" che ha fatto blocco attorno a Maciel prima e dopo la sua morte, cioè per gli attuali capi centrali e territoriali della Legione.

Quest'ultimo, fino ad oggi il vero numero uno della Legione sotto il profilo finanziario, ha fatto di tutto in queste ultime settimane per configurarsi come un nuovo Talleyrand, capace di restare in sella anche nel Termidoro dopo aver assecondato il Terrore. Ma anche Maciel appariva "inattaccabile" — come ricorda il comunicato — e alla fine è sprofondato.

La "scommessa" sul futuro. Con molto realismo, il documento di lavoro su cui si è discusso non dava per sicuro il buon esito dell'opera di ricostruzione che la Legione dovrà compiere. Circa il futuro, usava la parola "scommessa". Un elemento di fiducia — a detta del comunicato — è dato dal "gran numero di religiosi esemplari" incontrati dai visitatori, animati da "zelo autentico per la diffusione del Regno di Dio".

Ma degli sacerdoti della Legione sono all'incirca solo , oggi, quelli che già agiscono consapevolmente per un "cammino di profonda revisione". La maggior parte sono tuttora smarriti, traumatizzati dalle rivelazioni sul fondatore, sottomessi all'autorità dei capi in cui vedono l'unico loro ancoraggio. Oltre alla nomina di un commissario, le autorità vaticane annunciano nel comunicato due altri provvedimenti.

Il primo era già previsto e sarà una visita apostolica supplementare relativa al Regnum Christi, l'associazione laicale che affianca i Legionari, anch'essa fondata da Maciel.

Il secondo provvedimento è invece nato dalla discussione dei giorni scorsi. Chi sarà il commissario. Quanto al commissario, o meglio, al "delegato" papale che assumerà i pieni poteri nella fase di ricostruzione della Legione, si prevede che Benedetto XVI lo nominerà prima dell'estate. Nella riunione se ne è discusso. Se ne sono descritte le qualità auspicabili. E si è fatto un nome, uno solo finora: Il cardinale Sandoval conosce bene la Legione, che ha in Messico la sua patria storica.

Ma non si è mai mescolato a loro e alle loro trame, né con Maciel né con gli attuali capi. Ha 77 anni ed è in procinto di lasciare la guida della diocesi per superati limiti di età: In Vaticano è membro della congregazione per i religiosi, di quella per l'educazione cattolica e della prefettura per gli affari economici della Santa Sede. Inoltre, fa parte della commissione cardinalizia di vigilanza dell'Istituto per le Opere di Religione. È persona giudicata molto risoluta e di sicura affidabilità.

Con questo comunicato, la Santa Sede ha rovesciato lo schema dominante in questi tempi nei media sulla pedofilia. Invece che farsi dettare l'agenda dai giornali, invece che rispondere caso per caso al martellamento delle accuse, la Santa Sede ha questa volta preso essa l'iniziativa. Nel caso dei Legionari, sono i media che devono inseguire le decisioni delle autorità vaticane, in primo luogo del papa.

E sono decisioni difficilmente contestabili. Decisioni atte non solo a punire, ma soprattutto a sanare, confortare, purificare, ricostruire. In quell'ordine della grazia di cui la Chiesa è depositaria e custode. Comunicato ufficiale della Santa Sede 1 Maggio Nei giorni 30 aprile e 1 maggio il Cardinale Segretario di Stato ha presieduto in Vaticano una riunione con i cinque Vescovi incaricati della Visita Apostolica alla Congregazione dei Legionari di Cristo mons.

Giuseppe Versaldi, Vescovo di Alessandria; mons. Ricardo Watty Urquidi, M. Una delle sessioni si è svolta alla presenza del Santo Padre, al quale i Visitatori hanno presentato una sintesi delle loro Relazioni, già anteriormente inviate.

Nel corso della Visita sono stati incontrati personalmente più di 1. I Visitatori si sono recati in quasi tutte le case religiose e in molte delle opere di apostolato dirette dalla Congregazione. Hanno ascoltato, a voce o per iscritto, il giudizio di molti Vescovi Diocesani dei Paesi in cui la Congregazione opera. I Visitatori hanno anche incontrato numerosi membri del Movimento "Regnum Christi", benché esso non fosse oggetto della Visita, in particolare uomini e donne consacrate.

Hanno ricevuto anche notevole corrispondenza da parte di laici impegnati e di familiari di aderenti al Movimento. Pur avendo agito indipendentemente, sono giunti ad una valutazione ampiamente convergente e ad un giudizio condiviso. La Visita Apostolica ha potuto appurare che la condotta di P.

Marcial Maciel Degollado ha causato serie conseguenze nella vita e nella struttura della Legione, tali da richiedere un cammino di profonda revisione. I gravissimi e obiettivamente immorali comportamenti di P.

Maciel, confermati da testimonianze incontrovertibili, si configurano, talora, in veri delitti e manifestano una vita priva di scrupoli e di autentico sentimento religioso. Maciel, che abilmente aveva saputo crearsi alibi, ottenere fiducia, confidenza e silenzio dai circostanti e rafforzare il proprio ruolo di fondatore carismatico.

Lo zelo sincero della maggioranza dei Legionari, emerso anche nelle visite alle case della Congregazione e a molte loro opere, non da pochi assai apprezzate, ha portato molti in passato a ritenere che le accuse, via via divenute più insistenti e lanciate qua e là, non potessero essere che calunnie. Dai risultati della Visita Apostolica sono emerse con chiarezza, tra gli altri elementi: Infatti, la delusione circa il fondatore potrebbe mettere in questione la vocazione e quel nucleo di carisma che appartiene ai Legionari di Cristo ed è loro proprio.

Il Santo Padre intende rassicurare tutti i Legionari e i membri del Movimento "Regnum Christi" che non saranno lasciati soli: Esso comporterà anche un confronto sincero con quanti, dentro e fuori la Legione, sono stati vittime degli abusi sessuali e del sistema di potere messo in atto dal fondatore: Il Santo Padre, nel ringraziare i Visitatori per il delicato lavoro da essi svolto con competenza, generosità e profonda sensibilità pastorale, si è riservato di indicare prossimamente le modalità di questo accompagnamento, a cominciare dalla nomina di un suo Delegato e di una Commissione di studio sulle Costituzioni.

Ai membri consacrati del Movimento "Regnum Christi", che lo hanno richiesto con insistenza, il Santo Padre invierà un Visitatore. Infine, il Papa rinnova a tutti i Legionari di Cristo, alle loro famiglie, ai laici impegnati nel movimento "Regnum Christi", il suo incoraggiamento, in questo momento difficile per la Congregazione e per ciascuno di loro.

La questione cattolica nell'Italia che cambia. Introdotto dal presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo metropolita di Genova, il 3 maggio si è svolto nella città ligure il seminario di studio "L'unità nazionale: Pubblichiamo ampi stralci della relazione inaugurale: Con quel periodare che gli era caratteristico, che nella elaborata complessità delle espressioni quasi rifletteva la complessità dei problemi in discussione, l'arcivescovo di Milano, che meno di un anno dopo sarebbe diventato Papa, sostenne che il 20 settembre del la "Provvidenza" aveva ingannato tutti, credenti e non credenti.

Categories porno escort finistere -

Coordinate geografiche della vostra stazione - radioelementi hbjcsbt http: L'isola - come si diceva - è costellata di chiese paleocristiane e bizantine: